#204 - 21 ottobre 2017
AAAAAttenzione - Care amiche e cari amici lettori, dopo alcune difficoltà tecniche e qualche scontro con l'influenza, eccoci di nuovo con il primo numero del 2018 del giornale. Dunque, innanzi tutto un BUON ANNO a tutti, che sia veicolo di felicità, serenità, salute. Invitiamo tutti a seguirci e da parte nostra cercheremo di essere puntuali nelle uscite e capaci di proporvi notizie di vostro gradimento. grazie.
Editoriale

Cuore bambino

di Dante Fasciolo

Il ventesimo secolo è stato ricco.
Ricco di morte e ricco di denaro.
Ricco di speranze e di invenzioni;
le une e le altre divaricabili,
e fonti di illusioni e frustrazioni.

Abbiamo tutto in abbondanza,
ma ci sono mani lunghe che arraffano,
e sguardi sorpresi che vedono sempre più
allontanarsi cibo e salute e istruzione.

Il secolo ventesimo è stato ricco,
ma ha lasciato in eredità
sconforto e rassegnazione,
incapacità di reagire adeguatamente
alle violenze che sistemi sociali e legislativi
hanno impresso al cammino comune.

Non una, ma più generazioni
hanno subito l’ostracismo di uno sviluppo
sbandierato come risolutorio dei problemi
e vissuto, per contro, come portatore cinico di ingiustizia.

Quale decennio del nuovo secolo
segnerà la nascita di una nuova generazione,
se si continua a negare a piccole mani
di esprimere vitalità, e se si classificano
ancora estranee altre piccole mani
di bambini che consideriamo orpelli della società…!?

Nascerà mai una nuova generazione
capace di rifiutare il falso benessere,
l’inconsistente politica, l’inafferrabile corruzione,
e le convenienze, i tradimenti, le furbizie…
gli ingranaggi che tritano la vita e la coscienza
dei cittadini col cuore di bambino…!?

Dagli scritti di Don Lorenzo Milani Priore di Barbiana tratte dall'Agenda Conoscenda 2018 (Leggere anche Articolo "Una lettera da Barbiana" - Io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri - Il mondo ingiusto l'hanno da raddrizzare i poveri e lo raddrizzeranno solo quando l'avranno giudicato e condannato com mente aperta e sveglia come la può avere solo un povero che è stato a scuola - Non posso dire ai miei ragazzi che l'unico modo d'amare la legge è l'obbedienza.Posso solo dir loro che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservare quando sono giuste... - La coerenza è un altissimo privilegio dell'uomo, ma a patto che l'uomo abbia quel minimo di cultura senza del quale Uomo non è -