#204 - 21 ottobre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Iniziative

Festival d‘idee per abbellimento urbano, spazi per la cultura, valorizzazione degli artisti

Un pensiero per Roma

Colossea

Sculture per le piazze di Roma Contemporanea

Prima edizione abbinata all’istallazione della scultura- libreria Colossea

di Antonio Bruni

Sculture per le piazze di Roma contemporanea" è il tema della prima edizione di "Un pensiero per Roma" festival d‘idee che vuol attivare proposte per dare identità e vivibilità sociale alle piazze dei quartieri edificati dopo il 1930, inserendovi una scultura moderna o classica e una pedana per esecuzioni artistiche.
La decisione spetterà poi a Municipi e Sovrintendenze.

Colossea

L’opera che ho realizzato: Colossea scultura libreria ricorda nel profilo l’Anfiteatro Flavio, è prestata come simbolo e luogo fisico e virtuale del Festival, ma non è inseribile in esterni. La sua esposizione è un invito alla raccolta delle idee in una struttura aperta. La creazione di una libreria, in un tempo in cui il libro sembra destinato a uscire dal mercato, è una sfida alla dispersione e alla superficialità.
Gli elementi che compongono l’istallazione sono tutti diseguali, come deve essere la pluralità delle espressioni.
Colossea le vuole accogliere in una composizione a spirale, immagine del sapere che avvolge, ma non rinchiude e non esclude.
La struttura è formata da quarantaquattro elementi in massello di ciliegio, indipendenti e interamente smontabili, montati a castello. Le giunture sono a incastro di spine, non incollate. La lucidatura è trasparente. Può occupare dai sedici ai venti metri quadri, con un diametro tra i quattro e i cinque metri e un’altezza fino ai due metri e mezzo. La lavorazione del legno è stata eseguita dal maestro ebanista Leonardo Ciccarelli. Altri lavori ispirati all’urbe sono in preparazione.

Il Festival, da me ideato e diretto, è organizzato dall‘onus "Un pensiero per Roma", non gode di finanziamenti né pubblici, né privati; le spese sono ridotte all’essenziale e sostenute dagli associati.L’organizzazione è volontariato. Si può collaborare proponendo argomenti, diffondere il programma, aderire alla onlus: info@pensieroxroma.it

ColosseaColossea

IL Calendario del Festival:
Venerdì 20 ottobre
Inaugurazione - ore 19 - conduce Christiana Ruggeri - giornalista e scrittrice
Sabrina Alfonsi - presidente del Municipio Roma 1 - Il Primo Municipio per le piazze non storiche
Giampaolo D’Andrea - Capo Gabinetto MIBACT - Nuovi spazi per la cultura
Roberto Morassut – deputato e scrittore - Iniziative pubbliche per le piazze negli ultimi venti anni
Claudio Strinati – storico dell’arte - Quali sculture per le piazze di Roma contemporanea

Sabato 21 ottobre ore 19 Idee per le piazze Conduce Idalberto Fei - regista e scrittore Sergio Bonetti – docente – Piazza Arcisate al Labaro
Ettore Maria Mazzola – architetto e docente I progetti per Roma di Notre Dame University
Jacopo Scatà - consigliere Primo Municipio- Il progetto di via Andrea Doria
Daniela Ferragni - architetta – Un mio pensiero per Roma
Mariella Caporale -scrittrice – Un mio pensiero per Roma
Jean Matthieu Domon - fotografo- Una mia immagine per Roma

Domenica 22 ottobre ore 19 Opportunità per le esecuzioni musicali
Conduce Giovanna Milella –autrice televisiva e giornalista
Antonio Bruni – direttore del festival - Pedane attrezzate per esecuzioni di artisti
Roberto Cilona - AGIMUS - Opportunità concertistiche per i giovani musicisti
Roberto Fia – musicista –Un mio pensiero in note per Roma
Elena Gaiardoni – giornalista e scrittrice – Un mio pensiero per Roma
Interpreti: Andrea Corbucci – studente di conservatorio– sassofono

Lunedì 23 ottobre ore 19 Opportunità per i piccoli teatri
Conduce Giuseppe Manfridi – drammaturgo -
Facciamo parlare i teatranti di Roma: autori, impresari, registi, interpreti

Martedì 24 ottobre ore 19 Opportunità per libri e scrittori
Conduce Alfredo Meocci – giornalista
Claudio Giovanardi – docente e scrittore - Destini delle biblioteche domestiche
Maria Rita Pocino – editrice – Pubblicare libri nella regione
Carla Guidi – scrittrice – Un mio pensiero per Roma
Franco Matteucci – scrittore – Un mio pensiero per Roma

Mercoledì 25 ottobre ore 19 Opportunità per i circoli di cinema
Conduce Lorenza Fruci - scrittrice e giornalista
Facciamo parlare i cineclub – interventi dei cinefili coordinati da Angelo Tantaro – critico cinematografico
Rodolfo Longo – scrittore – Un mio pensiero per Roma
Anna Manna – poetessa – Un mio pensiero per Roma
Interpreti: Paola Lorenzoni – attrice - Nicola Buffa – chitarra

Giovedì 26 ottobre ore 19 Opportunità per esporre l’arte
Conduce Federico Fazzuoli - autore televisivo
Vitaliano Tiberia - storico dell’arte - Spazi urbani per artisti figurativi
Dante Fasciolo – giornalista – La Pigna spazio spirituale per gli artisti
Antonella Cappuccio – pittrice – Un mio pensiero per Roma
Anna Rosa Mattei – scrittrice- Un mio pensiero per Roma

Venerdì 27 ottobre ore 19 Idee, progetti e associazioni
Conduce Antonio Bruni – direttore del festival
Cinzia Guido - Assessore Cultura Municipio Raoma I Centro- Spazi culturali per il Primo Municipio
Celeste Manno – consigliere Municipio Roma II - Il Secondo Municipio per le piazze non storiche
Associazioni e istituzioni per Roma:
Cesare San Mauro - avvocato - Roma Europea
Marco Ravaglioli – giornalista - Per Roma
Strenna dei Romanisti
Fondazione Besso
La canzone Un sogno per Roma, sigla musicale del Festival, è di Diego Gullo e Roberto Fia, interprete Vittorio Matteucci.

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----