#204 - 21 ottobre 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascer il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, pu durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni pi importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perch" (Mark Twain) "L'istruzione l'arma pi potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perch i servizi sanitari siano accessibili a tutti. Papa Francesco Il grado di civilt di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bens nella capacit di assistere, accogliere, curare i pi deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civilt di una nazione e di un popolo. Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosit, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Televisione

Televisione: croce e delizia

Zapping

Frammenti semiseri di cronaca televisiva

di Luigi Capano

ZappingZapping

Il piatto forte della settimana è senza ombra di dubbio l’atteso The Putin Interviews trasmesso su RAI3 in due puntate: il documentario-intervista del celebre e pluripremiato regista statunitense Oliver Stone dedicato al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, uno degli uomini chiave della politica mondiale.
La scena che inquadra l’algido ex funzionario del KGB mentre si racconta sullo sfondo sontuosamente artistico della storica Sala del Trono del Cremlino rimarrà nella storia della televisione come un formidabile e didascalico memento mori.
Notiamo come più volte il brillante e sanguigno Stone sia riuscito a sollecitare i muscoli facciali dell’impassibile maschera di Putin, inducendolo alla battuta, alla confidenza, al sorriso: maestria e arte da grande regista.

ZappingZapping

Un’altra finestra sull’arte – ma arte contemporanea questa volta - ci sorprende in una godereccia pausa domenicale – poco frugale colazione con tè, biscotti e marmellata di marroni – mentre sbirciamo A sua Immagine, il programma di approfondimento religioso su RAI1 condotto da una graziosamente autorevole Lorena Bianchetti che interrompe un alato dialogo in studio per collegarsi con la Nuova Fiera di Roma dove è in corso ROMICS, il Festival Internazionale del fumetto, dell’animazione e dei games.
Nel corso del collegamento viene evidenziata l’importanza formativa dell’arte nelle sue forme più popolari sulla scia del nuovo corso episcopale ispirato da Papa Francesco, a cui la rivista musicale Rolling Stone ha dedicato qualche mese fa - evento eccezionale - addirittura la copertina. Un papa che non sarebbe dispiaciuto ad Andy Warhol.

ZappingZapping

A proposito di cultura pop, riveliamo che non siamo mai stati appassionati di calcio, ma, ciò nonostante, la notizia improvvisa della morte – a 87 anni - del popolare giornalista Aldo Biscardi ideatore e conduttore del Processo del lunedì non ci ha lasciato indifferenti. Stile macchiettistico e toni molto spesso sopra le righe, Biscardi, che parlava di calcio con un fervore inusitato degno di una maschera della Commedia dell’Arte, sapeva catturare la curiosità anche del pubblico disinteressato alla schedina calcistica settimanale.

ZappingZapping

Ci piace concludere con un cenno ad un predicozzo di Franco Di Mare che finalmente ci ha convinto. Il giornalista conduttore di Unomattina - lo storico rotocalco di RAI1- ha menzionato il caso di Cesare Battisti condannato in contumacia all’ergastolo per quattro omicidi commessi nei cosiddetti anni di piombo e attualmente residente in Brasile dove gode del diritto d’asilo.
Di Mare ha poi stigmatizzato il comportamento di parte di quel mondo della cultura che ha solidarizzato col Battisti contro la richiesta di estradizione da parte del governo italiano - si tratta di intellettuali del calibro di Henry Levy, Garcia Marquez, Pennac, Ben Jelloun, Sollers – lamentando “l’ignoranza degli intellettuali, francesi e non solo”.
Riaffiora spesso purtroppo il dramma – aggiungiamo - per non dire la tragedia, di un’ideologia retriva e obsoleta che tarda a morire e che un altro intellettuale francese, Raymond Aron, forse meno ignorante di certi suoi colleghi, francesi e non solo, ha icasticamente definito “L’oppio degli intellettuali”.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.