#198 - 29 luglio 2017
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 29 maggio, quando lascerà il posto al numero 264. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all’infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perché" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perché i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Fumetto

Il Morto

di Giada Gentili

"Non so chi sono, né chi ero o chi sono stato. So solo che da tempo sono Morto. Da troppo tempo giaccio in questo triste luogo dove il silenzio viene continuamente rotto da singhiozzi e pianti. Da sussurri, grida e risate isteriche."

Il MortoIl Morto

Fumetto italiano edito da Menhir Edizioni che ha come protagonista appunto il personaggio del Morto, creato da Ermete Librato e comparso per la prima volta nel 2004 in una storia a fumetti della rivista Ink.
Nato sulle pagine di Ink, nel giugno 2004, il Morto è apparso nuovamente nel nel settembre 2007, poi nel 2009 e ancora e 2011. Ma la sua avventura editoriale non era che agli inizi. Nel maggio 2010, infatti, la creatura di Ruvo Giovacca ed Ermete Librato diventa la nostra prima produzione ad essere distribuita nelle edicole.

Il MortoIl Morto

Un fumetto nero come la notte e cattivo come un serial killer, il Morto è un personaggio dal passato misterioso, in fuga dalla polizia ma soprattutto da chi l’ha fatto internare in un manicomio da cui è riuscito a fuggire in una notte di Halloween. Per riuscire a riappropriarsi della propria identità, il Morto non può fidarsi delle istituzioni ma nemmeno degli amici e nella sua vita randagia incappa sempre in torbide situazioni che offrono a chi gli dà la caccia l’occasione di arrestare dei loschi figuri.

Il MortoIl Morto

Come scrisse Robert Bloch, “il Morto non muore”.
Nero come la morte e cattivo come Hannibal....passato misterioso...in fuga....manicomio...non si fida delle istituzioni....vita randagia....pare il catalogo dell'epoca contemporanea: nessun barlume di miglioramento, solo tenebre, povertà, disoccupazioni, furti e ladrocini istituzionali, sempre i soliti proclami, i numeri, i conti, le banche, le primarie, i candidati....è questa la Summa Non Teologica di un mondo giustamente in guerra con se stesso.
E pensare che molti gli corrono dietro, lo sostengono, lo approvano, lo pubblicizzano.
Sì, il Morto non muore.

Il Morto

AFORISMI - Non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare sempre le stesse cose (A.Einstein) - Chi brucia libri, prima o poi, arriverà a bruciare anche esseri umani (H.Heine) - Chi ha cari i valori della cultura non può essere che pacifista (A. Einstein) - Se un uomo non ha ancora scoperto qualcosa per cui morire non ha ancora iniziato a vivere (M.L.King) - Spesso commette ingiustizia non solo colui che fa qualcosa ma anche colui che non la fa (Marco Aurelio) -