#197 - 8 luglio 2017
AAAAAttenzione - Care amiche e cari amici lettori, dopo alcune difficoltà tecniche e qualche scontro con l'influenza, eccoci di nuovo con il primo numero del 2018 del giornale. Dunque, innanzi tutto un BUON ANNO a tutti, che sia veicolo di felicità, serenità, salute. Invitiamo tutti a seguirci e da parte nostra cercheremo di essere puntuali nelle uscite e capaci di proporvi notizie di vostro gradimento. grazie.
Humour

Tempi...Moderni?

Percentuali

di Giuseppe Sanchioni

Le ultime elezioni amministrative hanno avuto una partecipazione del 46% degli aventi diritto.
La disaffezione cresce e non è un fenomeno solo italiano. Basta guardare le percentuali delle votazioni presidenziali e legislative in Francia, uno degli eventi più recenti, per averne conferma.
L’astensione cresce e sono sicuro che i sondaggisti, anche se non lo ammetteranno mai, in cuor loro ne siano felici. Perché sicuramente il loro lavoro sarà enormemente facilitato.
Infatti, senza scomodare statistica, equazioni differenziali o automi cellulari, tra qualche tempo in una prossima votazione intervistando all’uscita dei seggi l’unica persona che è andata a votare potranno fare una proiezione delle intenzioni di voto sull’unico voto espresso con un’alta probabilità che sia finalmente realistica, senza correre il rischio alla fine dello spoglio di vedere completamente ribaltati i risultati previsti all’inizio.
Con grande sollievo anche dei giornalisti che poi devono raccontare e giustificare tutto questo.

I nostri elettori potenziali sono, purtroppo, i condòmini del grande condominio Italia: tutti si lamentano dell’amministratore ma poi nessuno va all’assemblea. E quindi l’amministratore, ad ogni assemblea deserta e forte del fatto che gli assenti hanno sempre torto, fa come gli pare.
Che fare? Visto che ormai la politica si è ridotta ad una compravendita di persone, come dimostrano i vari cambi di casacca in corsa nel Parlamento, vedrei bene una tessera premio tipo raccolta punti del grande supermercato della politica, attuata attraverso la tessera elettorale.
Chi per primo presenta la tessera elettorale piena di timbri per la sostituzione avrà in regalo un abbonamento alla pay tv per tutte le partite della squadra del cuore se maschio, oppure per tutte le serie televisive di qualche migliaio di puntate se femmina.
Certo, rimangono fuori i ragazzi, che però guardano molto la televisione. Ma niente paura: qualcuno non aveva proposto di far votare i sedicenni?

Dagli scritti di Don Lorenzo Milani Priore di Barbiana tratte dall'Agenda Conoscenda 2018 (Leggere anche Articolo "Una lettera da Barbiana" - Io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia Patria, gli altri i miei stranieri - Il mondo ingiusto l'hanno da raddrizzare i poveri e lo raddrizzeranno solo quando l'avranno giudicato e condannato com mente aperta e sveglia come la può avere solo un povero che è stato a scuola - Non posso dire ai miei ragazzi che l'unico modo d'amare la legge è l'obbedienza.Posso solo dir loro che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservare quando sono giuste... - La coerenza è un altissimo privilegio dell'uomo, ma a patto che l'uomo abbia quel minimo di cultura senza del quale Uomo non è -