#193 - 13 maggio 2017
A A A ATTENZIONE COMUNICAZIONE AI LETTORI **L'attuale n°193 del giornale resterà in rete fino a venerdi 26 maggio quando alle 24,00 lascerà il posto al nuovo numero 194**
Editoriale

Strategie

di Dante Fasciolo

Una delle parole di moda è strategia.
Non c’è discorso tra esseri umani,
al bar, a scuola, sul tram, in ufficio, in fabbrica…
in cui non ci sia infilatala parola strategia.

E anche se non la si pronuncia
esiste nel sub conscio di ciascuno di noi
e ogni cosa che facciamo la mettiamo in atto,
inconsciamente, appunto.

Maestri di strategie sono i politici,
a ruota i grandi manager,
più sotto sotto i capi ufficio
che suppliscono l’ignoranza con l’arroganza.

Sono strateghi gli allenatori di calcio,
strateghi i compilatori delle schedine del lotto,
strateghi i commercianti nel nascondere
le macagne della loro merce.

Strateghi sono i registi di spettacolo
anticipando o nascondendo visioni
e strateghi gli attori nel gesto
per cogliere un applauso sicuro.

Strategici i parlamentari
nel costruire codicilli viziosi
e strateghi giudici e avvocati
nell’applicare le leggi.

Oggi, privo di strategie
c’è solo il profugo ammassato sulla scialuppa
in balia delle onde e dei soprusi…
in molti reclamano una strategia,
e strategicamente si oppongono comunque…
ma quello che serve è solo una
cosciente operatività intelligente.

AFORISMI - Sii fedele a te stesso da che deve seguire, come la notte al giorno, che tu non potrai essere falso con nessuno (Villiam Shakespeare) - Nulla è impossibile per chi crede, nulla è difficile per chi ama ( S:Bernardo di Clairvaux) - Quando non si ama troppo, non si ama abbastanza ( Roger Bussy-Rabutin) - Noi siamo formati e forgiati da ciò che amiamo ( Johann W: Goethe) - Pensare è bello, pregare è meglio, amare è tuto ( Elisabeth Leseur).