#177 - 17 dicembre 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 22 giugno, quando lascerà il posto al numero 221. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi SATIRIKON: Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nesun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) -
Fumetto

Nel labirinto di avventure intricate

Gim Toro

di Alessandro Gentili

Nasce con le sembianze dell'attore statunitense Tyrone Power, assai popolare in Italia, e un paio di sottili baffetti che perderà di colpo e definitivamente nella quarta avventura, nel pieno di un'azione.

Gim ToroGim Toro

Il personaggio è un italo-americano muscoloso e leale, protagonista di avventure intricate e avvincenti che iniziano a San Francisco con una lunga lotta contro la misteriosa Hong del Dragone, potentissima associazione a delinquere internazionale che ha creato addirittura una città sotterranea.
Aiutato da due simpatici amici, il greco Bourianakis e lo smilzo e astuto Kid, riuscirà a sgominarla dopo numerose avventure che si svolgono in giro per il mondo.
Tra gli avversari che deve affrontare in questo periodo c'è anche l'affascinante Vipera Bionda, al secolo Lilyth Howard, che in seguito diventerà sua moglie.

Gim ToroGim Toro

Il successo di questo personaggio è immediato e dura sino al 1950.
Nel gennaio del 1951 Gim Toro venne definitivamente soppresso, anche se restò nelle edicole ancora a lungo grazie a numerose ristampe. La serie avrebbe potuto proseguire sfruttando il personaggio a cui era ispirato il protagonista e le vicende storiche che seguirono...

Gim ToroGim Toro

Tyrone Power e Linda Christian e il vippissimo matrimonio a Roma al Palatino.... la figlia Romina...Romina e Al Bano e la figlia scomparsa...prima insieme, poi divisi ora insieme a cantare...i rotocalchi....Hollywood...Cinecittà...i mitici anni del dopo guerra, quando l'Italia affascinava.
Il film "Vacanze Romane" è di lì a venire. "La Dolce Vita". Che altro? Poi è arrivato il sessantotto, il delitto Cimino a Roma, il terrorismo, l'austerity, la crisi del petrolio, le cadute di varie dittature.

Gim ToroGim Toro

In Italia? Tutto come prima. Come sempre. Mentre in America si passa da Obama a Trump, mentre la Gran Bretagna decide di uscire dall'Europa, mentre sorge e muore (speriamo) il Califfato, mentre il Buco dell'Ozono si allarga, mentre i terremoti mutano l'assetto del territorio, insomma: mentre il mondo cambia in male o peggio, qui, per fortuna, i soliti noti continuano a governare e depredare, sostenuti da un elettorato complice.
Debbo dire che è tranquillizzante. L'idea che l'Italia mi ricordi la Costa Concordia naufragata su un fianco (non affonda e non riparte) è scomparsa dai miei pensieri. Non debbo più sognare nulla. Tra 50 anni l'Italia sarà la stessa di ieri, di prima di ieri, di oggi, del futuro. Vi pare poco? Storie che raccontate da un Gim Toro avrebbero avuto forse un sapore più gradevole.

Gim ToroGim Toro

APHORISTIKON - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -