#167 - 19 settembre 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
Musica

Spazio Oberdan - Milano

Film Concerti

Opere su Wolfgang Amadeus Mozart

Presso Spazio Oberdan Milano dal 22 al 28 settembre Fondazione Cineteca Italiana presenta, in collaborazione con il Teatro alla Scala - ove dal 2 al 26 settembre è in programma l’opera Il flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart con la regia di Peter Stein e la direzione d’orchestra di Ádám Fischer - una breve rassegna di film in cui Mozart e la sua musica sono protagonisti.

Cinque i titoli in calendario, tutti capolavori di maestri della settima arte.
Il valore aggiunto della proposta consiste però in tre concerti dal vivo. Grazie alla collaborazione con l’Associazione PianoFriends di Milano, infatti, ospiteremo quattro promesse del pianoforte, giovani musicisti di grande talento, che, prima di alcune proiezioni, si esibiranno eseguendo in sala brani di musiche mozartiane.

22 settembre
Concerto a cura di PianoFriends – Pianista Valentina Kaufman
W. A. Mozart: Sonata K 279 in do maggiore (Allegro – Andante – Allegro)
W. A. Mozart: Fantasia K 475 in do minore

A seguire, proiezione:
Il flauto magico - regia Ingmar Bergman
Il trionfo finale del bene sul male, della luce sulle tenebre è raccontato attraverso le prove che il principe Tamino, armato del suo flauto magico, deve superare per conquistare la bella Pamina, figlia della malvagia Regina della notte. Alla fine gli innamorati celebrano il matrimonio ed entrano nella confraternita di coloro che amano bellezza e sapienza. Esempio irripetibile di matrimonio perfetto tra opera musicale e cinema.

Film ConcertiFilm Concerti

24 settembre
Don Giovanni - regia Joseph Losey
Losey segue sostanzialmente il libretto di Da Ponte (Don Giovanni seduce Donna Elvira e ne uccide in duello il padre, per poi essere perseguitato dalla statua sepolcrale di costui, che lo trascina all’inferno) con alcune modifiche (ambienta la vicenda alla fine del ‘700 nella campagna veneta anziché a Siviglia all’inizio del ‘600, introduce l’enigmatica figura di un valletto in nero) e fa muovere gli attori-cantanti in uno spazio chiuso denso di segni e di simmetrie, accentuando il senso di dramma e di morte che avvolge la figura del Seduttore.

25 settembre
Concerto a cura di PianoFriends – Pianista Tomoka Yamane
J. Haydn: Sonata HOB:XVI n.40 (Allegretto innocente – Presto)
W. A. Mozart: Sonata K 333 (Allegro – Andante cantabile – Allegretto)

A seguire, proiezione:
Il flauto magico - regia Giulio Gianini e Emanuele Luzzati
Come prodotti dalle note immortali di Mozart, i personaggi del film animato si fondono per intero alla partitura sonora. La musica predomina e determina il ritmo figurativo a cromatico dell’azione, mentre il disegno di Luzzati anima e interpreta ogni sospiro dei personaggi.

Film ConcertiFilm Concerti

26 settembre
Amadeus - regia Milos Forman
Un nuovo astro musicale sta nascendo nella Vienna di Giuseppe II: il giovanissimo e dissoluto Wolfgang Amadeus Mozart, pronto a oscurare la fama di un rispettato accademico, Antonio Salieri, che lo prende ben presto in odio e si autoaccusa, nel suo delirio senile, di aver eliminato col veleno il rivale. Forman e Schaffer scelgono di dare di Mozart fanciullo una rappresentazione esagitata e deformata, vista attraverso il filtro dell’invidia di Salieri. La colonna sonora, dalla sinfonia Jupiter al Requiem, è sublime.

28 settembre
Concerto a cura di PianoFriends – Pianisti Davide Ranaldi, Matias Cuevas
W. A. Mozart: Sonata K 330 (Allegro Moderato – Andante cantabile – Allegretto)
W. A Mozart: Sonata K 381 in re maggiore a 4 mani (Allegro – Andante – Allegro molto)
Mozart – Liszt: Lacrimosa (dal Requiem)

Film ConcertiFilm Concerti

A seguire ptroiezione:
Mozart Requiem - regia Aleksandr Sokurov
Aleksandr Sokurov ha ripreso con cinque telecamere la messa in scena del Requiem di Mozart realizzata dallo stesso regista nella sala piccola della Filarmonica di San Pietroburgo il 3 febbraio 2004. L’intenzione, lontana dall’idea di teatro filmato, era di riprendere, con un montaggio non tradizionale e con una illumina-zione che giocasse sul chiaroscuro, gli spostamenti del coro e dei solisti, molto liberi rispetto ai ritmi imposti dalla partitura.

              Info    Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it
PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -