#106 - 6 ottobre 2014
AAAA. ATTENZIONE - Cari Lettori, questo numero resterà in rete fino a venerdi 23 agosto, quando cederà il posto al n° 245. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi ecco qualche massima: Meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio (O. Wilde) - Riesco a resistere a tutto tranne che alle tentazioni (O. Wilde) - Un banchiere è uno che vi presta l'ombrello quando c'è il sole e lo rivuole indietro appena comincia a piovere (M. Twain) - Il vantaggio di essere intelligente è che si può fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile (W. Allen) - Sembra che io abbia una costituzione che non regge l'alcol e ancor meno l'idiozia e l'ignoranza (J.Kerouac) - Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza (A. Block) -
Editoria

FLC Cgil - Roma

Saggezza e follia del digitale

Un diario esamina i labirinti della moderna conoscenza

di Eva Mari

Non è una esagerazione. L’accesso al sapere, la ricerca e la scienza sono alla base di un progresso compatibile. L’accesso alla conoscenza è la condizione della cittadinanza, cioè della partecipazione alla vita sociale e democratica, è la condizione che consente a ciascuno di decidere della propria vita.

E’ la sintesi del pensiero che anima il Diario 2015 della Federazione dei Lavoratori della Comunicazione Cgil dal titolo, alquanto eloquente, “Saggezza e follia del digitale”, dove - accanto ai saggi introduttivi di Maurizio Lembo ed Ermanno Detti; alle esilaranti vignette di Staino; e ad una “epopea”che va dalle prime macchine di calcolo alla memoria intelligente - affronta tematiche correnti con una serie di interventi, che, mese dopo mese, ci accompagnano alla comprensione della complessità dell’odierna comunicazione.

Saggezza e follia del digitaleSaggezza e follia del digitale

Tra gli argomenti: La rete ci rende intelligenti – la mente aumentata – dalla società liquida alla sorveglianza liquida – Telefonini, face book..e malessere psicologico - pedagogia e intelligenza artificiale la scuola digitale – gli insegnanti e le potenzialità non digitali – mente, media e fantasia – il pensiero logico e quello analogico – l’ebook, la letteratura e la lettura…e non mancano certo riferimenti alle sfere sindacale, economica e politica connesse alla comunicazione fulcro dell’attività e dell’impegno del Sindacato e della Federazione.

Cultura, lavoro, diritti sono principi fondativi della nostra Costituzione…e la FLC vuole essere all’altezza, specie in momenti difficili come quello che attraversiamo, partecipando oltre il lavoro quotidiano, l’impegno nel mondo della scuola e della ricerca, la pubblicazione di libri e riviste, anche attraverso il Diario annuale agile strumento di divulgazione e apprendimento sulla comunicazione.

Saggezza e follia del digitaleSaggezza e follia del digitale

                          info. organizzazione@flcgil.it
SULL'AMORE - L'amore ha le sue ragioni che la ragione non conosce (B. Pascal) - L'amore nasce di nulla e muore di tutto (A. Karr) - L'amore rende valoroso anche il codardo (Plutarco) - L'amore non va pronunciato, va dimostrato (Aphoriistikon) - Coloro che vivono d'amore vivono d'eterno (E. Verhaeren) - Amore non è amore se muta quando trova un mutamento (W. Shakespeare) - L'amore è la saggezza dello sciocco e la follia del saggio (S. Johnson9