#156 - 25 aprile 2016
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi1 luglio, quando lascerà  il posto al numero 310. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più¹ importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Humour (non sempre) per riflettere

Tempi...moderni?

Alpha Centauri

di Giuseppe Sanchioni

Dalla stampa apprendiamo, non senza qualche timore, che l’astrofisico Hawking, il miliardario russo Milner e l’inventore di Facebook Zuckerberg hanno messo in piedi un team di persone specializzate allo scopo di lanciare sonde interstellari iniziando con l’invio di alcune nanosonde verso Alpha Centauri, la stella più vicina al Sole. È il progetto Breakthrough Starshot.
Vicina per modo di dire in quanto dista 4,36 anni luce, cioè 41.000 miliardi di chilometri.
Nei loro propositi sarebbero circa 20 anni per il viaggio di andata ed, eventuali, altri 20 per il ritorno. Ma questo non sembra spaventarli.

Tutti questi chilometri per sapere se ci sono dei pianeti abitati, cioè se abbiamo dei vicini visto che non si riescono a trovare intorno al nostro sistema solare. E gente (ma gli alieni fanno parte della gente?) lontana decine di migliaia di miliardi di chilometri possono essere considerati dei vicini? Gli lascereste le chiavi di casa per innaffiare le piante quando partite per le vacanze? Ma poi, se normalmente non ci interessa nulla dei nostri vicini di pianerottolo, perché interessarsi di eventuali vicini così lontani? Cos’è sta voglia di cercare vicini a tutti i costi quando poi, lo sappiamo, si finisce sempre per litigare?

E poi, visto come trattiamo il nostro pianeta, che diritto abbiamo di andare ad importunare pure gli altri? Che male ci hanno fatto, se esistono? Non bastano i danni che facciamo sulla Terra?
Abbiamo cominciato riempiendo di ferramenta la Luna. Quelli di Spazio1999 ci hanno messo pure le scorie nucleari. Poi abbiamo mandato sonde in giro per tutto il sistema solare, perfino sulle comete. Senza parlare dei vari robot inviati sui pianeti e poi lasciati lì a vagare. Ormai su Marte ci sono tanti di quei robot semoventi che cominceranno a scontrarsi fra di loro, facendo impazzire dalle risate i vari marziani testimoni. A proposito: le assicurazioni accetteranno le testimonianze degli alieni?
Poi abbiamo inviato sonde oltre il sistema solare con tanto di scritte e figure nostre.
Infine, non contenti, abbiamo inviato i telescopi orbitanti, come Hubble, e siamo diventati dei guardoni spaziali. Alla faccia della privacy degli alieni dell’Universo.
Ora sconfiniamo pure fuori dalla Galassia. E poi ci lamentiamo dei migranti terrestri!
E questo per sapere se siamo soli. Ma non viene in mente a nessuno che siano gli altri che non ci vogliono conoscere?

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.