#348 - 16 marzo 2024
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

Mostre a Seriate e a Bergamo

Studio su Piero Brolis

di Amanzio Possenti

Studio su Piero BrolisStudio su Piero Brolis

Un interessante studio sulle opere dello scultore Piero Brolis ( 1920-1978) esposte( 2023) nelle due mostre a Seriate Asav e a Bergamo in Sala Manzù nel 45esimo della morte - è comparso su’ La Rivista di Bergamo’(gennaio-febbraio 2024,numero 117 - a cura di Stefania Burnelli che, riprendendo dal punto di vista critico l’analisi sulle due esposizioni entrambe caratterizzate da pieno successo sotto il titolo ’Piero Brolis e la sfida della figura’, riscopre valori nuovi e ripropone ruolo e dimensione estetica dell’Artista bergamasco alla luce sia della mostra sull’Immaginazione del femminile(a Seriate, presentazione di Francesca Possenti) e su Metafore animali (a cura di Fernando Noris).

Studio su Piero BrolisStudio su Piero Brolis

Precisato il valore dell’Artista nel tempo ed insieme ‘l’essersi conquistato il futuro’ grazie a una scultura di alto profilo conosciuta ed apprezzata - aggiungo - per stile, qualità, sensibilità ed autonomia espressiva, Burnelli si addentra, in modo approfondito e ben appropriato nell’analisi del ’femminile’ che - sottolinea l’autrice - ’è tutto fuorchè pura mimesi, è piuttosto concentrazione sulla forma per esprimere l’essenza, per restituire il soffio spirituale di una presenza reale, custode di una identità e di una coscienza segrete..’. A proposito delle ‘Metafore animali - scrive Burnelli - la interpretazione di Brolis ’è tutt’altro che schiava dell’ anatomia: il denominatore comune degli animali esposti è un movimento sostanziale di forza plastica e immaginifica, aperto a plurime visioni prospettiche..’. L’autrice attenta e acuta nella visitazione, riporta anche espressioni di Francesca Possenti, storico dell’arte, scritte per la presentazione della mostra Brolis all’Asav di Seriate.

Studio su Piero BrolisStudio su Piero Brolis

In un box dopo l’articolo di Burnelli, si citano frasi riguardanti Brolis, estratte dalla presentazione di Francesca Possenti per la mostra a Seriate.
Furono scritte nel giugno 1939 dal prof. Alfonso Trimarchi, noto primario di otorinolaringoiatria all’Ospedale Maggiore di Bergamo nonché insegnante di Anatomia Artistica all’Accademia Carrara dal 1936 al 1943, quando Brolis era allievo molto giovane .
Ecco qualche frase significativa, tratta dalla relazione Trimarchi alla commissione d’esame: ’Permettetemi di segnalarvi tra i più meritevoli: 1° l’allievo Piero Brolis cui venne, lo scorso anno, assegnato il Premio di Anatomia. Lavorò con competenza e passione . Desidero mettere in rilievo il magnifico plastico di miologia eseguito su mio desiderio e sotto il mio controllo. Plastico che potrebbe degnamente figurare in qualsiasi grande Accademia....’
Come di fatto è accaduto e sta accadendo, nell’ammirazione verso l’Artista ad alti ed autorevoli livelli di presenza internazionale, che si rinnova positivamente nel tempo.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.