#339 - 4 novembre 2023
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 1° marzo, quando lascerà il posto al numero 347. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Arte

Qual è il legame tra ecologia e arte? Cosa significa per un museo essere “sostenibile”?
Che ruolo possono svolgere le istituzioni museali di fronte alla catastrofe climatica?

Bergamo - Aula Magna Università

I Musei
alla svolta ecologica

In occasione di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, il 24 novembre 2023, nell’Aula Magna dell’Università degli studi di Bergamo, AMACI - Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, in collaborazione con NERO, organizza Museums at the Ecological Turn | I Musei alla svolta ecologica, seconda edizione del convegno ideato dall’Associazione nell’ambito di Museo Ventuno, la piattaforma di ricerca dedicata alle trasformazioni dei musei d’arte contemporanea.

Qual è il legame tra ecologia e arte?
Che ruolo possono svolgere le istituzioni museali di fronte alla catastrofe climatica?
Cosa significa, ed è sufficiente, per un museo essere “sostenibile”?
In quali modi l’arte contemporanea ha tematizzato la questione ecologica negli ultimi anni?
È possibile mediare il conflitto tra attivismo climatico e patrimonio artistico?
E davanti al collasso degli ecosistemi, qual è il significato e l’importanza della “conservazione” nell’arte come nell’ecologia?

Negli ultimi anni, il discorso ecologico ha assunto una profonda risonanza con la produzione artistica e con le istituzioni museali.
L’arte contemporanea, per sensibilità alle tematiche ecologiche e per capacità di ridiscutere la centralità del paradigma della conservazione, è un contesto fertile per esaminare il rapporto tra arte ed ecologia ed esplorarne le complessità.
Partendo da queste considerazioni, Museums at the Ecological Turn | I Musei alla svolta ecologica vuole affrontare alcuni interrogativi cruciali che gli operatori del settore museale non possono più ignorare, per mettere a fuoco riflessioni e individuare risposte grazie al coinvolgimento di pensatrici/ori radicali, artiste/i, curatrici/ori e rappresentanti dell’attivismo climatico.

Con la modalità del dialogo transdisciplinare e transgenerazionale, Museums at the Ecological Turn | I Musei alla svolta ecologica si articolerà attorno a quattro nodi concettuali per sviluppare conversazioni a partire dalle pratiche museali e artistiche, dalle istanze dell’attivismo e dalla riflessione teorica.
Con la moderazione di Caterina Riva (Direttrice del MACTE, Termoli) e Laura Tripaldi (scrittrice e ricercatrice), verranno messe a confronto due proposte di pensiero e di lavoro alla volta, avvalendosi della visione e dell’esperienza di ospiti italiani e internazionali. Bart van der Heide (Direttore di Museion, Bolzano) dialogherà con Amal Khalaf (curatrice e artista) sul tema Ecologia e istituzioni: oltre la sostenibilità; Emanuele Braga (artista, filosofo e attivista) si confronterà con Rosie Warren (caporedattrice di Salvage) su Il discorso ecologico nell’arte contemporanea; Stella Succi (storica dell’arte) e Leonardo Lovati e Fioretta Maldifassi (sostenitori di Ultima Generazione) parleranno di Arte, ecologia radicale e azione politica; Cal Flyn (scrittrice e giornalista) e Isabelle Carbonell (regista e docente) discuteranno sul tema "Vivere tra le rovine": una riflessione sul paradigma della conservazione.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato.