#330 - 13 maggio 2023
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 1° dicembre quando lascerà  il posto al n. 341. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Cultura e Società

Statistiche e attendibilità

Le nascite

di Amanzio Possenti

L’Agenzia dell’Onu che si occupa dei problemi che riguardano la fertilità, le gravidanze, i parti sicuri, la realtà della donna in ogni parte della Terra, prende nota che al novembre 2022 gli abitanti nel globo terrestre assommavano a 8 miliardi di esseri umani, in aumento ma non più con i ritmi precedenti. E realizza un ragionamento positivo che contrasta con atteggiamenti che sembrano prevalere a proposito di natalità e risorse.

Le nascite

Non attendibile né suffragata è la tesi di taluni studiosi secondo la quale – in base a teorie opinabili per quanto diffuse - occorrerebbe limitare le nascite poiché il globo non avrebbe risorse tali da sostenere natalità in crescita, sarebbe cioè destinato a ’scoppiare’, non ce la farebbe. Nulla di ciò, la comunità mondiale può crescere ancora, anche se vi sono zone - come l’Europa - dove si prevede una riduzione del 7% della popolazione entro il 2050. (Ignoriamo con quanto peso negativo ’contribuirà’ l’Italia a questa percentuale deficitaria considerata la forte e costante denatalità). Insomma c’è spazio per tutti e ancora.

Le nascite

Il tentativo di portare avanti le tesi antinatalità si collegherebbe - a detta dei sostenitori - a problemi climatologici, dell’ ambiente naturale devastato e della insufficienza alimentare: tuttavia è fuori luogo avanzare previsioni catastrofiche sulla capacità del mondo terreno di darsi sconfitto con l’aumento delle nascite. A proposito delle quali sottolineiamo che negli ultimi giorni si è segnalato il sorpasso, in tema di abitanti, da parte dell’India sulla Cina, fatto fors’anche inatteso: qualche migliaio di cittadini nati in India si aggiungono in più ai grandi numeri di oltre un miliardo e 425 milioni di abitanti in ciascuno di ambedue i Paesi.

Le nascite

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.