#323 - 4 febbraio 2023
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Ambiente

Indagine scientifica di Ecoitaliasolidale:
Le piante hanno una loro "mente"

Piante intelligenti

Piante intelligenti

Da tempo, supportato da alcune osservazioni scientifiche da parte di botanici e biologi di fama internazionale e intervistando agricoltori e forestali alle prese con alberi sia da frutto che da forestazione, il comitato scientifico di Ecoitaliasolidale ha promosso un'indagine e acceretato che le piante non sono esseri privi di sensibilità verso l’esterno, anzi! convinti che gran parte delle piante terrestri abbiano una sorta di loro “intelligenza”, che il noto botanico italiano Stefano Mancuso ha definito: “Intelligenza vegetale”.

Piante intelligenti

Questa convinzione tuttavia non era stata mai manifestata prima, perché la tendenza dominante fino a qualche anno fa (mainstream) era ben altra, per cui si correvao il rischio di essere condannati alla “damnatio memoriae”.

Piante intelligenti

Ora però le cose stanno cambiando profondamente, il mondo scientifico si è accorto che le piante sono qualcosa di più di come venivano percepita fino a qualche anno fa, al punto tale che è anche nata una branca della botanica che è: la Neurobiologia vegetale. Non solo le piante hanno una loro intelligenza, ma sanno anche comunicare, come vedremo, in maniera sofisticata con altre piante vicine, soprattutto se sono della stessa specie, ed anche con il mondo animale e in particolare con gli insetti pronubi.

Piante intelligenti

Un esperimento recente, effettuato da botanici canadesi, ha aperto a livello globale e in maniera definitiva la questione dell’intelligenza vegetale e della solidarietà tra le piante.
L’esperimento che presentiamo è un esempio molto, ma molto illuminante: - Ricercatori dell’Università canadese di Alberta hanno dimostrato che in condizioni di necessità le piante riescono ad aiutarsi passandosi sostanze nutritive. Questi studiosi nel 2018 hanno isolato un grande abete in modo che non potesse avere accesso all’acqua.

Piante intelligenti

Gli abeti intorno a lui, recepito il messaggio di aiuto dell’albero isolato, in maniera impensabile fino ad allora per la scienza ufficiale, hanno finito per passargli i propri nutrienti per anni per non farlo morire”. Oggi quest’abete è vivo e vegeto e, finalmente, ha accesso naturale all’acqua. Un esperimento questo che oggi consente di dire agli scienziati dell’Università di Alberta, che “le piante sono organismi sociali tanto sofisticati ed evoluti quanto lo siamo noi”.

Piante intelligenti

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.