#288 - 19 giugno 2021
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

Roma - Arte Borgo Gallery di Anna Isopo

Esplosioni risonanti

Opere di Armando Pelliccioni - tra Uomo e Natura, Scienza ed Arte

di Cinzia Folcarelli

La Arte Borgo Gallery di Anna Isopo, situata nel cuore di Roma, a due passi dalla Basilica di San Pietro e da Castel Sant’Angelo, ospita, fino al 25 giugno, le “Esplosioni Risonanti” di Armando Pelliccioni, realizzate appositamente per questa esposizione personale allestita in occasione dei quindici anni di attività artistica.

Esplosioni risonantiEsplosioni risonanti

Fondamentale nel pensiero creativo di Pelliccioni è il rapporto tra Arte e Scienza: “Uomo e Natura, Scienza ed Arte non sono entità diverse e separate, ma entità strettamente interconnesse ed interagenti”.
Fisico ed artista, nelle sue opere egli materializza sulla tela le meraviglie del Cosmo. Unendo le sue due grandi passioni ha realizzato un’arte nuova, che mette Uomo e Natura sullo stesso piano, in una sorta di visione panteista dell’Universo.
Attraverso delle vere esplosioni, “Big Bang in miniatura”, egli ritrova le stesse strutture osservate nell’Universo. Le infinite forme prodotte in ogni esplosione riflettono infatti le leggi della fisica e della matematica. Inoltre ogni opera di Pelliccioni è densa di particolari caotici - frattali che sono essi stessi delle opere d’arte.

Esplosioni risonantiEsplosioni risonanti

Da sempre appassionato d’arte, Pelliccioni è partito dal pensiero di Piet Mondrian e ha iniziato la sua carriera artistica realizzando opere matematicamente precise e spazialmente nitide, basate sulla geometria euclidea, in cui l’artista pianificava e realizzava tutto ciò che sarebbe apparso sulla tela, forme e colori.
Successivamente è stata la Teoria del Caos la protagonista dei suoi lavori, in cui le forze lente della Natura hanno iniziato ad agire dando vita ad opere in cui la componente frattale affascina lo spettatore.
Dopodiché la Fisica ha sostituito la matematica, liberando la casualità intrinseca presente nell’Universo con le Esplosioni, dando ampio “spazio decisionale” alle forme della Natura e alle sue manifestazioni.
In alcune esplosioni Pelliccioni ha inserito anche la componente umana, attraverso una manifestazione gestuale che riesce a dialogare con l’espressione caotico-deterministica dell’Universo. In questo modo all’interno di ogni opera compaiono stratificazioni segniche e coloristiche frutto del connubio tra componente umana e componente naturale.

Esplosioni risonanti

Attualmente l’artista è impegnato in una ulteriore evoluzione del suo lavoro, volta a dimostrare che la Natura è ripetibile ma individuale, proponendo opere che mostrano la differenza nell’uguaglianza. Utilizzando solo i colori primari e lo stesso tipo di detonatore in ciascuna esplosione, egli opera un processo di scomposizione e ricomposizione della complessità della Natura che crea forme diverse partendo dalle stesse caratteristiche iniziali.
Nascono così le “Esplosioni risonanti”. Realizzate in piccolo formato rispetto ai formati più grandi utilizzati di solito dall’artista, questi lavori affascinano lo spettatore con la loro complessità, frutto delle leggi della Natura, e, al contempo, con la loro bellezza che le avvicina alle immagini delle nebulose e delle galassie, stagliate sullo sfondo nero dell’Universo. Nelle opere con lo sfondo chiaro invece si riescono ad apprezzare maggiormente i particolari frattali frutto delle esplosioni stesse. In particolare in questa mostra i confini tra Arte e Scienza si assottigliano fino e dissolversi.

Esplosioni risonanti

Nelle “Esplosioni risonanti” ogni opera dialoga con le altre prodotte eseguendo le stesse identiche miscelazioni delle cariche esplosive e usando gli stessi detonatori. Pelliccioni ci dimostra che, benché le sollecitazioni siano identiche, scientificamente si verifica una somiglianza delle forme prodotte, ma non una uguaglianza. Scopriamo quindi, insieme a lui, che la visione deterministica nella Scienza è un caso particolare e poco probabile fra tutti gli eventi nel mondo. Che quest’ultimo è caotico, e che quello che al massimo possiamo ottenere sono delle somiglianze tra forme prodotte con le stesse procedure. Pelliccioni arriva ad affermare che il controllo deterministico degli eventi complessi è una illusione.

Esplosioni risonanti

Durante tutta la durata della mostra presso la Arte Borgo Gallery verrà proiettato un video breve in cui il musicista e compositore Theo Allegretti si lascia ispirare da una opera di Pelliccioni improvvisando un suggestivo componimento musicale al pianoforte, guidando i visitatori ad immergersi ancora di più nelle opere dell’artista e nella meraviglia dell’Universo. Un altro video farà invece apprezzare al visitatore i particolari frattali insiti nelle opere dell’artista.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.