#277 - 7 gennaio 2021
AAAAA ATTENZIONE - Amici lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte di venerdi 5 febbraio, quando lascerà  il posto al numero 279. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti (Papa Francesco) Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo (Alberto degli Entusiasti) Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Cinema

Roma - Casa del cinema

I lunedi del cinema

Appuntamenti online - 08 / 17 gennaio

Lunedì 11 gennaio secondo appuntamento dell’anno con i “lunedì della Cineteca Nazionale”.
Sessant’anni dopo ricordiamo “L’avventura”, di Michelangelo Antonioni (uscito nel 1960) con un breve filmato sul restauro (2002) in cui i protagonisti dell’operazione che grazie alla tecnologia digitale ha riportato alla vita uno dei capolavori del Cinema Italiano (fra gli altri, Carlo Di Carlo e Vincenzo Verzini, uno dei massimi esperti di restauro) raccontano come è andata. La regia è di Stefano Landini.

Per il ciclo una “Una mattina in Italia”, 15 lezioni di cinema realizzate da una partnership fra Casa del Cinema, Rai Cinema, Centro Sperimentale di Cinematografia e l’IIC di Amsterdam: martedì 12 gennaio lezione n.7, “La scenografia” (con Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo), mentre giovedì 14 gennaio lezione n.8, “La fotografia” (con Beppe Lanci e Caterina d’Amico).

Mercoledì 13 gennaio tornano i consigli sul documentario con la rubrica di Maurizio di RienzoIl tempo del documentario” che questa volta segnalerà il documentario “Il nostro Eduardo”, diretto da Didi Gnocchi, che presenta un Eduardo De Filippo raccontato dalla “famiglia”.

Venerdì 15 gennaio Giorgio Gosetti prosegue il suo racconto sulla storia del cinema con il capitolo XII della sua rubrica “E il cinema cambiò il mondo, il viaggio nella storia rivoluzionaria della settima arte” dal titolo “Anni 80: l’era della televisione” .

Sabato 16 gennaio nuovo appuntamento con “Ritroviamoli. Film, attori, storie, musica”, a cura di Mario Di Francesco (ore 11:00).
** (4 aprile 2005) dopo la proiezione del film “Dimenticare Venezia”, di Franco Brusati. Conduceva l’incontro Gianmario Feletti.

Domenica 17 gennaio per “Voci del teatr” verrà proposto l’incontro con Mariangela Melato (4 aprile 2005) dopo la proiezione del film “Dimenticare Venezia”, di Franco Brusa Conduceva l’incontro Gianmario Feletti.

Inoltre i consueti auguri di compleanno al cinema italiano ma anche i ricordi, le storie e i film del passato nella rubrica “Accadde ieri”.

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà : Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità  fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gabbie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----