#273 - 31 ottobre 2020
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Televisione

Televisore gioia e dolore

Zapping

Frammenti semiseri di cronaca televisiva

di Luigi Capano

ZappingZapping

Salutiamo il ritorno di Antonella Clerici ai fornelli di Rai1 con il nuovo programma meridiano “E’ sempre mezzogiorno”, un calco della “Prova del cuoco” di qualche anno fa. Una tipica trasmissione di stampo “negazionista” per usare una parola alla moda, che fa da contraltare, a suon di intingoli, brodoli e clangor di frittura, a tutte le trasmissioni a sfondo salutistico che imperversano per ogni dove su tutti le reti, con profluvio di dietologi e di operatori olistici di ogni risma. La vispa e simpatica Antonella, dalla mandibola mobilissima, si aggira tra pentole in ebollizione e padelle sfrigolanti, sbircia con malcelata lussuria i piatti già pronti, commenta, esclama, spiega, ma soprattutto assaggia. La vis manducatoria di questa donna dalla voracità pantagruelica ha qualcosa di soprannaturale. Cogliamo l’occasione per menzionare suo padre Gianni giornalista sportivo, per motivi di età sparito da molto tempo dalla scena pubblica. Ricordiamo con nostalgia i grandi tornei di tennis commentati con fine umorismo da Gianni Clerici e da Rino Tommasi. Erano gli anni di Björn Borg, di Ivan Lendl, di John McEnroe e della nostra trascorsa giovinezza.

ZappingZapping

La situazione, intanto, va peggiorando, ci riferiamo alle scorribande del nostro coinquilino, il famigerato virus pandemico. Se ne parla ovunque e in ogni momento del giorno. Il nostro osservatorio preferito, per qualità di informazione e imparzialità - è Tagadà condotto da Tiziana Panella su La7 ogni pomeriggio. Ma non disdegniamo Fuori dal coro del tarantolato Mario Giordano per quel suo punto di vista spesso non convenzionale; né Dritto e Rovescio del brusco e ruspante Paolo del Debbio che punta sempre l’attenzione sulle categorie sociali più vulnerabili; e vedremmo anche volentieri Che tempo che fa del fine salottiero Fabio Fazio, se non fosse per quel tratto di fastidiosa piaggeria che ogni tanto fa capolino nelle sue interviste finto-ingenue e che probabilmente appartiene al temperamento nativo del brillante conduttore, sempre astutamente spalleggiato dalla pestifera e, a suo modo, geniale Luciana Littizzetto. E’ un peccato che quest’anno Fazio abbia riservato uno spazio fisso al monologante Roberto Saviano le cui estenuanti predicazioni ci costringono sempre, purtroppo, a cambiare canale. Zapping lo ringrazia.

ZappingZapping

Apprendiamo, ogni giorno sempre di più, che la situazione si sta complicando. Dai balconi di marzo si sta passando alle piazze: si sta manifestando in ogni città contro la minaccia di una nuova a serrata ma come spesso accade in queste situazioni prendono il sopravvento delinquenti comuni che ne approfittano per sfondare vetrine di negozi e fare danni ai beni pubblici per i quali paghiamo le tasse.
Rincresce constatare ancora una volta la pochezza etica dello stato che rinuncia alla repressione - anche violenta (sacrosanta in questi casi) – in nome di non si quale astrazione ideologica.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.