#234 - 19 gennaio 2019
PER VOI ECCO QUALCHE MASSIMA: Meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio (O. Wilde) - Riesco a resistere a tutto tranne che alle tentazioni (O. Wilde) - Un banchiere è uno che vi presta l'ombrello quando c'è il sole e lo rivuole indietro appena comincia a piovere (M. Twain) - Il vantaggio di essere intelligente è che si può fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile (W. Allen) - Sembra che io abbia una costituzione che non regge l'alcol e ancor meno l'idiozia e l'ignoranza (J.Kerouac) - Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza (A. Block) -
Arte

Un'iniziativa di Hermes 2000 - Associazione Culturale e del Tempo Libero

Roma - Museo Crocetti

Forza e fragilità dell'arte

Mostra e Convegno

Solidarietà alle persone con disabilità fisica e/o psicofisica

redazionale

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

Nella sala delle esposizioni del Museo Crocetti,a Roma, mostra collettiva di arti pittoriche e visive intitolata “Fragilità e forza nell’arteun modo per raccontare e raccontarsi” su iniziativa della Consulta Permanente della Disabilità del Municipio XV, in collaborazione con l’associazione HERMES 2000 e con il patrocinio della presidenza del Municipio.

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

Alla mostra hanno partecipato artisti con disabilità fisica e/o psicofisica, e artisti senza disabilità, che esporranno le loro opere frutto dell’estro creativo di ognuno di loro.

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

L’idea nasce con l’intento di trasmettere un messaggio di positività e di fiducia, che è possibile trarre dall’arte, che consente a chiunque di esercitare le proprie capacità sia fisiche che mentali, senza porre preclusione di sorta né ostacoli insuperabili, libero di potersi esprimere e realizzare se stesso.

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

La mostra è dedicata espressamente al tema della fragilità, di cui intende porre in risalto il valore e il grande potenziale quale condizione che può appartenere a tutti, anch’essa, come l’Arte, non fa alcuna distinzione. E’ un qualcosa di impalpabile, di invisibile, di impercettibile che può essere di ogni essere umano, in quanto fa parte della vita.

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

L’Arte come modo e capacità di espressione, non conosce diversità, né tanto più questa costituisce una barriera insormontabile per chi vi si voglia accostare; al contrario, nel mondo artistico la diversità viene concepita come un punto di partenza per riuscire a recuperare e conquistare nuove mete e nuovi traguardi di vita.

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

Nell'ambito della mostra, un convegno - al quale ha partecipato numeroso pubblico - ha proposto interessanti relazioni introdotte da Don Antonio Coluccia dell'Opera Don Giustino e coordinate da Donatella Molinari: La Presidente dell'A.E.Me.F. Associazione Europea Mediatori Familiari Gabriella Vigliar ha esposto il suo pensiero su "le nuove coppie, genitorialità condivisa: valore pedagogico, responsabilità genitoriale"; Francesca Filippi, Gender expert, presente con "La fragilità come costruzione culturale"; le psicologhe Maria Adele Giannone e Floriana Esposito hanno relazionato su "Gipa Fuori dalla stanza" - Associazione di Promozione Sociale, con "Il futuro del giovane disabile adulto oltre i limiti: quali scenari possibili?"; da ultimo, Franca Silveri Presidente del Cen tro Formazione Mediatori Familiari, ha puntualizzato "la professione del Mediatore Familiare per la tutela dei figli, prima, durante e dopo l'evento separativo".

Forza e fragilità dell'arteForza e fragilità dell'arte

SULL'AMORE - L'amore ha le sue ragioni che la ragione non conosce (B. Pascal) - L'amore nasce di nulla e muore di tutto (A. Karr) - L'amore rende valoroso anche il codardo (Plutarco) - L'amore non va pronunciato, va dimostrato (Aphoriistikon) - Coloro che vivono d'amore vivono d'eterno (E. Verhaeren) - Amore non è amore se muta quando trova un mutamento (W. Shakespeare) - L'amore è la saggezza dello sciocco e la follia del saggio (S. Johnson9