#229 - 27 ottobre 2018
AAAA ATTENZIONE questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi prossimo 30 novembre quando cederà il posto al nuovo numero 231. BUONA LETTURA A TUTTI - Ed ora SORRISINI - Attenzione, per arrabbiarsi si mettono in moto 65 muscoli! per sorridere solo 16! Fai economia, sorridi!!! - E' chiaro che i tizi che stanno seduti al bar alle 11 del mattino sanno qualcosa su come ci si guadagna da vivere che noi non sappiamo - Ho bisogno di emozioni forti...vado a leggere il mio estratto conto - Beati i vegetariani... che non possono mangiarsi il fegato - L'unico uomo capace di tenere sveglia una donna tutta la notte, porta il pannolino - Come si chiama...quando tutto va bene? Alcool, si chiama alcool! - Oggi la mia vicina ha urlato così forte a suo figlio che dalla paura mi sono messo a sistemare la camera pure io - L'unica che ti aiuta veramente nel momento del bisogno è la carta igienica -
Cultura e Società

Sconfiggere l'idea di una falsa giustizia

Città del Vaticano

Per la dignità della persona

No alla pena di morte

Uccidere non previene il male

Di Paolo Ramonda - "In terris"

Per la dignità della personaPer la dignità della persona

Lo scorso agosto Papa Francesco ha riformato il punto numero 2267 del Catechismo della Chiesa Cattolica, dichiarando la pena di morte inammissibile, alla luce del Vangelo, perché "attenta all'inviolabilità e alla dignità della persona".

Per la dignità della personaPer la dignità della persona

Nell'Antico Testamento Dio ci dà un comandamento molto chiaro: non uccidere.
Nel Nuovo Gesù ci invita a perdonare, a non giudicare, ad amare il nemico.
Cristo porta a compimento una norma che difende la vita e va oltre, nel campo dell'amore pieno e totale.
Il Pontefice, ispirato dallo Spirito Santo, ha traslato nei principi ecclesiastici un sentimento comune nel popolo di Dio: le persone vanno sostenute, accolte, anche se hanno compiuto un grave reato.
Certamente saranno chiamate a pagare, a riparare, ma non possono essere uccise: non si può aggiungere morte alla morte.

Per la dignità della personaPer la dignità della persona

Togliere di mezzo chi ha commesso un delitto per finalità di deterrenza non è logico.
Il male che parte dal cuore dell'uomo, purtroppo, è più forte della legge e lo stesso vale per i sentimenti di odio e vendetta.
Solo dando alle persone un'educazione del cuore e delle relazioni, un'accoglienza d'amore in famiglia nei primi anni di età, un'educazione ai valori della verità e della giustizia nel mondo della scuola, si formeranno delle personalità mature che, sì potranno anche commettere errori, ma difficilmente arriveranno a compiere gravi reati.
Dobbiamo puntare sull'educare all'amore, alla giustizia.

Per la dignità della personaPer la dignità della persona

L'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII da anni opera in Paesi in cui le legislazioni prevedono la pena capitale. "La prima cosa che facciamo è incontrare le persone, anche quelle violente perché, magari, ferite da un'infanzia passata sulla strada. Offriamo loro un'opportunità di riscatto nelle nostre case, nelle famiglie aperte, aiutandole ad iniziare e portare a termine un percorso terapeutico e dando lavoro. A questo si aggiunge il dialogo con le istituzioni locali e internazionali, un processo lungo ma che può portare risultati. Lo stiamo facendo con la nostra presenza nella sede Onu di Ginevra, dove stiamo coltivando relazioni e acquisendo competenze grazie al prezioso aiuto di avvocati, medici e giuristi. Ma anche collaborando con quegli Stati membri che promuovono i diritti umani e lottano per la vita".

Per la dignità della personaPer la dignità della persona

AFORISMI - L'amore è la saggezza dello sciocco e la follia del saggio (S.Johnson) - L'amore vince ogni cosa (P. Virgilio Marone) - C'è tutta una vita in un'ora d'amore (Balzac) - Amore e amicizia si escludono a vicenda (J.de La Bruyere) - La misura dell'amore è amare senza misura (Sant'Agostino) - Nrl mondo c'è più fame d'amore che di pane (M.Teresa di Calcutta) - SEnza amore l'umanità non sopravviverebbe un solo giorno (E.Fromm) -