#226 - 15 settembre 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Pagine Preziose

Versi per rispolverare il significato della vita

Vangelo di legno verde

Ennio Cavalli - Aragno Editore

Ennio Cavalli propone con il Vangelo di legno verde edito da Aragno una serie di versi in cui ripercorre le tappe della vita di Gesù secondo scansioni temporali di cui abbiamo memoria, arricchendo la personale narrazione con divaricazioni che proiettano il pensiero in situazioni di realta' contemporanee, suscitando immediato raffronto o doverosa considerazione. "Vangelo di legno verde", ovvero croce di legno giovane, come quella addossata sulle spalle di Gesù a futura memoria o stagionatura. Mai consumata, come la spada “svelta e sgarbata” opera di Giuseppe, cimelio d’infanzia.

"Il Messia - scrive Cavalli introducendo il volume - affronta il mondo ancora in fasce, Bambin Gesù e Cristo dall’inizio, col suo fare e col suo dire, con le intuizioni e le imprudenze celestiali dei piccoli. Intorno a lui un’infanzia di anime, le primogeniture della storia, un battesimo di parole.
Un Messia che affronta il mondo ancora in fasce non ha bisogno di crescere come pensiamo noi. Esistono, ci spiazzano grandezze e soluzioni senza sponde. Ma con un centro. Nella continua emergenza, temi e risposte si collegano all’idea di bene per l’uomo. Gesù è viatico, misura, esempio di un vivere con gli altri, nel confronto e nel conforto. Punto di forza per credenti e non credenti. Specie in questa nostra epoca, smarrita come ai primordi. Nella mia bottega di spirito laico.

Legno verde

Della fuga in Egitto
ricordava ben poco:
campi di grano
il ruggito del leone
le bocche cucite dei suoi.
Ma aveva già memoria del futuro.
La sua croce di legno verde,
non di legno secco
come quelle dei ladroni.
“Bevete il mio sangue”,
scambio di boccali,
medicina per gli assenti.
La bugia di Pietro
raddrizzata in pentimento
patteggiava per l’umiltà della Chiesa,
prima pietra dell’edificio di uomini
con la passione di Dio.

Fa da scudo, va a bersaglio l’intensità con cui le pagine del Vangelo entrano nei luoghi della storia e della memoria, unendo più versanti: aspirazioni umane e luce incognita, congedo e avvento, ferite e incastri.

Esodo
Anche nell’Esodo,
nel cupo deflusso,
i bimbi saltellano, avanzando.
Prendono per gioco una parte del tutto
gioiscono quel tanto come niente.
Ritaglio, appiglio, risveglio.
Ogni bimbo una Bibbia
ogni salto una pagina,
dal Libro dei libri
all’Europa dei muri.

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----