#220 - 9 giugno 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 22 giugno, quando lascerà il posto al numero 221. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi SATIRIKON: Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nesun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) -
Cultura e Società

Da una comunicazione delle rivista "Africa"

Qualcosa di positivo si muove in Africa

Ultimo Rapporto ONU

19 milioni gli africani migranti nel continente

Il nuovo documento dell’Unctad rileva come si stia accorciando la forbice tra le migrazioni intra e quelle extra del continente. Ma evidenzia anche i benefici di questi spostamenti. Grazie alle migrazioni cresce il Pil di molti paesi.
La migrazione africana potrebbe stimolare la crescita e trasformare positivamente la struttura dell'economia del continente. È la tesi di fondo del secondo Rapporto sullo sviluppo economico 2018 dell'Unctad (Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo) in Africa: Economic Development in Africa Report: Migration for Structural Transformation, pubblicato il primo giugno.

Ultimo Rapporto ONU

«I movimenti di popolazione attraverso i confini offrono spesso agli individui la possibilità di una vita migliore con i benefici sociali ed economici che si estendono ai paesi di origine e di destinazione, così come alle generazioni future», ha detto il segretario generale dell'Unctad, Mukhisa Kituyi.
«La nostra analisi dimostra che ciò è vero per milioni di migranti africani e le loro famiglie».
«Eppure gran parte del discorso pubblico, in particolare per quanto riguarda le migrazioni internazionali africane, è pieno di idee sbagliate che sono diventate parte di una narrativa divisiva, ingannevole e dannosa».

Ultimo Rapporto ONUUltimo Rapporto ONU

La maggior parte dei migranti africani si muove all'interno del continente: nel 2017 19 milioni di migranti si sono trasferiti dentro l’Africa mentre sono stati 17 milioni gli africani che hanno lasciato il continente. Ma il divario si sta restringendo. L’Africa è anche una destinazione migratoria per 5,5 milioni di persone che venivano da fuori dal continente.
Secondo il rapporto, nel 2017 le prime 5 destinazioni migratorie intra-africane (paesi riceventi in ordine decrescente) sono stati in Sudafrica, Costa d'Avorio, Uganda, Nigeria ed Etiopia (tutte oltre 1 milione di migranti).
Dietro i numeri si trova l'analisi economica che mostra il beneficio netto della migrazione in Africa.
Il contributo dei migranti internazionali al Pil è stato misurato nel 19% in Costa d'Avorio (2008), nel 13% in Rwanda (2012), nel 9% in Sudafrica (2011) e nell'1% in Ghana (2010).
Gli afflussi di rimesse verso l'Africa sono aumentati da 38,4 miliardi di dollari (2005-2007) a 64,9 miliardi (2014-2016).
Flussi che hanno rappresentato il 51% dei flussi di capitale privato in Africa nel 2016, rispetto al 42% del 2010.
Ecco perché sia la migrazione intra che quella extra-continente sono necessarie per sostenere la trasformazione strutturale dell'Africa.

Ultimo Rapporto ONUUltimo Rapporto ONU

Il rapporto fornisce prove sulla «correlazione intima tra due lati della stessa medaglia: la migrazione e il commercio», ha dichiarato Junior Roy Davis dell'Unctad, autore principale del rapporto.
«L'Africa è al culmine di un radicale cambiamento», ha detto. «Il 21 marzo 2018, 44 paesi africani hanno firmato la creazione dell'Area africana continentale di libero scambio e 30 di loro hanno firmato il Protocollo sulla libera circolazione delle persone».

Ultimo Rapporto ONUUltimo Rapporto ONU

Altri risultati del rapporto:
• L'età media dei migranti internazionali africani nel 2017 era di 31 anni, l'età media più bassa a livello globale.
• Nel 2017, le donne migranti costituivano quasi la metà di tutti i migranti internazionali in Africa (47%). Il numero assoluto di donne migranti internazionali è passato da 6,9 milioni nel 2000 a 11,6 milioni nel 2017.
• L'Africa ospita la maggior parte dei rifugiati e degli sfollati interni.

Ultimo Rapporto ONUUltimo Rapporto ONU

APHORISTIKON - L'uomo che non ha sogni, non ha le ali per volare (C. Clay) - Da sempre in politica patrocinare la causa del povero è stato il mezzo più sicuro per arricchirsi (N. G. Davila) - Ciò che non giova all'alveare non giova neanche all'ape (Marco Aurelio) - Molti dei nostri uomini politici sono degli incapaci. I restanti sono capaci di tutto (B. Makeresko) - Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. ( M. Pantaleoni) - Il saggio, sdegna non di ridere, ma di deridere (A. Graf) - Il mondo è cominciato senza l'uomo, e finirà senza di lui (C. Levi Strauss) - L'impoverimento linguistico è, per un popolo, sintomo di decadenza (F. Collettini) - La natura non fa nulla di inutile (Aristotele) - L'oppresso che accetta l'oppressione, finisce per farsene complice (V. Hugo) - Serve un nuovo modo di pensare per superare i problemi creati da vecchi modi di pensare (E. Einstain) - Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi (W. Shakespeare) -