#213 - 17 marzo 2018
AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Cinema

Iniziativa del Museo Nazionale del Cinema

Cinema Massimo - 2 marzo - 2 aprile - Torino

L'illusione e l'inganno

Rassegna-Omaggio a Joseph L. Mankiewicz

di Federica Fasciolo

E' in corso al Museo Nazionale del Cinema fino a lunedì 2 aprile 2018, la rassegna cinematografica L’illusione e l’inganno. Omaggio a Joseph L. Mankiewicz.
Produttore, regista e sceneggiatore, noto per i suoi dialoghi arguti e raffinati e per personaggi memorabili e intensi, Mankiewicz ha lavorato con molte delle più importanti star di Hollywood e si è guadagnato la reputazione di straordinario direttore di attori, guidando artisti come Bette Davis, Humphrey Bogart, Marlon Brando, Frank Sinatra, Elizabeth Taylor e Laurence Olivier in alcune delle loro più memorabili interpretazioni. Il debutto dietro la macchina da presa, dopo una discreta carriera da produttore, avviene nel 1945 in sostituzione di Ernst Lubitsch sul set di Il castello di Dragonwyck. Si cimenterà in tutti i generi, ma attribuendo una sempre maggiore importanza alla parola rispetto all'immagine, all'introspezione psicologica dei personaggi più che all'azione; nei suoi film, infatti, ricorrono l’esasperazione del melodramma, l'utilizzo della voce fuori campo (che moltiplica il punto di vista) e l’uso del flashback per ingannare le aspettative.

L'illusione e l'ingannoL'illusione e l'inganno

23 marzo
Improvvisamente l’estate scorsa (Suddenly, Last Summer)
Catherine (Elizabeth Taylor) ha accompagnato suo cugino Sebastian nel suo viaggio estivo in Spagna, dove il ragazzo ha incontrato una tragica e misteriosa morte. La mente della ragazza è rimasta scossa dal dolore e non ricorda esattamente come si siano svolte le cose. Questo preoccupa Violet (Katharine Hepburn), la madre di Sebastian, che era legata al figlio da un affetto morboso, ed ora, non soltanto ne piange la perdita, ma teme che Catherine, riprendendosi, possa fare delle rivelazioni.

L'illusione e l'ingannoL'illusione e l'inganno

31 marzo
Bulli e Pupe (Guys and Dolls)
Nathan Detroit (Frank Sinatra) è il proprietario di una sala da gioco clandestina che cambia continuamente sede per sfuggire ai controlli della polizia. All'ennesimo spostamento, Nathan si trova costretto ad anticipare mille dollari al proprietario di un locale. A Broadway incontra 'Cielo' Masterson (Marlon Brando), scommettitore e giocatore incallito, e lo sfida, scommettendo con lui mille dollari che non riuscirà ad invitare a cena Sarah Brown, militante dell'esercito della salvezza, e portarla con sé a Cuba.

L'illusione e l'ingannoL'illusione e l'inganno

31 marzo
La contessa scalza (The Barefoot Contessa) Maria Vargas (Valentina Cortese) è una giovane ballerina che si esibisce in un cabaret a Madrid. Un produttore e un regista americani la convincono a firmare un lungo contratto e la conducono a Hollywood. Maria ha un carattere difficile, sensibile, istintivo: sente subito una viva simpatia per il regista, uomo serio e onesto, che sa portarla al successo. Maria diviene un'attrice di fama internazionale, che i produttori si contendono; ma né la celebrità, né la ricchezza la rendono felice.

PROVERBI ITALIANI - 1) A buon cavalier non manca lancia. - 2) A buon cavallo non manca sella. - 3) A buon intenditor poche parole. - 4) A caval donato non si guarda in bocca. - 5) A chi batte forte, si apron le porte. 6) A chi non vuol far fatiche, il terreno produce ortiche. - 7) A chi troppo e a chi niente. - 8) A chi ti porge un dito non prendere la mano. - 9) A goccia a goccia si scava la pietra- 10) A gran salita, gran discesa. -