#210 - 10 febbraio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
beni culturali e paesaggistici

Luoghi dimenticati

I tesori del Nord-Est

Di Angela Pederiva

Per un anno e mezzo non se n'era saputo più nulla, tant'è che molti ormai non ci speravano quasi più. Invece con uno scatto di reni a ridosso di fine legislatura, Babbo Natale è balzato da Roma a Nordest per portare 18,3 milioni di euro a 37 progetti di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, finanziati grazie all'operazione Bellezza@Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati. Chiese e palazzi, parchi e castelli, teatri e sentieri, tutti di proprietà pubblica, beneficeranno di contributi per restauri e riqualificazioni: soldi veri, trattandosi di uno stanziamento contenuto nella delibera del Cipe.

I tesori del Nord-EstI tesori del Nord-Est

L'iniziativa varata dal governo Renzi, l'iniziativa era stata renziana anche nell'urgenza evidenziata dal presidente del Consiglio con l'annuncio del 9 maggio 2016: «Segnalateci i luoghi e le bellezze che hanno bisogno di un aiuto entro il 31 maggio. Sono pronti 150 milioni da assegnare entro il 10 agosto».
Chiocciolina d'ordinanza e via con le email: 139.759 candidature in pochi giorni, per un totale di 7.540 spazi distribuiti in 3.197 Comuni, di cui 2.497 collocati al Nord in 1.306 località. Ma solo il 19 giugno 2017 il nuovo premier Paolo Gentiloni aveva istituito la commissione per la selezione degli interventi, le cui attività si sono concluse lo scorso 15 dicembre, sicché i risultati sono stati annunciati solo in questi giorni. Gli esiti comunque premiano le proposte nordestine. Più di una su dieci, fra le 273 ammesse al sostegno finanziario, è infatti posizionata a queste latitudini: 28 progetti per 15.078.506 euro in Veneto, 8 per 2.291.000 in Friuli e 1 per 1.004.657,54 in Trentino.

I tesori del Nord-EstI tesori del Nord-Est

Oltretutto a guidare la classifica nazionale degli importi è una richiesta bellunese: 2 milioni per la ristrutturazione del Tempietto e dell'ex chiesa di San Pietro a Mel. «Un piazzamento assolutamente insperato confida il sindaco Stefano Cesa, perché ci consente di completare il salvataggio delle opere della memoria al di là del primo stralcio, supportato dalla Regione con i fondi per il centenario della Grande Guerra. Non solo trasformeremo il sacrario in una sede di esposizioni e cerimonie e l'ex parrocchiale in un contenitore polifunzionale di eventi teatrali e musicali, ma riqualificheremo l'antico borgo del paese.

I tesori del Nord-EstI tesori del Nord-Est

Scorrendo la lista degli interventi finanziati, ne spiccano alcuni di curiosi. Per esempio il Guant da Fodom della bellunese Livinallongo: 28.500 euro per il salvataggio non di un edificio, bensì di un abito, il più antico costume ladino finora conosciuto nella vallata fodoma . Oppure il Casel di Pier Paolo Pasolini nella pordenonese Casarsa della Delizia: 400.000 euro per allestire un parco letterario attorno all'ormai fatiscente struttura in cui lo scrittore insegnò negli anni '40 ai bambini delle elementari. Fra gli altri: 1.297.706 euro per fare dell'ex cinema Italia, nella veneziana Fossalta di Portogruaro, un centro di servizi sociali e culturali; 350.000 euro per l'itinerario dei Cimbri nella vicentina Crespadoro; 150.000 euro per la realizzazione di piste ciclabili e orti sociali lungo il dismesso tratto ferrato nella padovana Camin; 300.000 per la riapertura della vecchia latteria turnaria nell'udinese Dignano.

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----