#101 - 25 agosto 2014
AAAAA ATTENZIONE - Questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 21 febbraio,quando lascerà il posto al numero 257. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: - Se sei felice non urlarlo, il dolore ha il sonno leggero - Trovo che la televisione sia molto educativa, ogni volta che qualcuno l'accende vado in un'altra stanza a leggere un libro (G.Marx) - Non c'è nulla di più facile che smettere di fumare, io stesso ho smesso già 137 volte! (M. Twain) - Quando voglio prendere una decisione di gruppo, mi ricordo di specchi (W. Buffet) - L'alcol uccide lentamente. Non c'è problema, non ho fretta! (G. Courteline) - Quando dicono che lo fanno per il tuo bene, generalmente è per il loro - L'uomo ha inventato la bomba atomica ma nessun topo costruirebbe una trappola per topi (E. Eistein) - E' un peccato che peccare sia peccato (F. Collettini) - E' ridicolo come ti sei bardato per questo mondo! (F. Kafka) -
Parchi e oasi dello spirito

Lendinara (Rovigo)

Abbazia di Santa Maria del Pilastrello

di Dante Fasciolo

Abbazia di Santa Maria del PilastrelloAbbazia di Santa Maria del Pilastrello

La storia, brevemente: a Lendinara, piccolo borgo in provincia di Rovigo, un temporale distruttivo la notte del 9 maggio del 1509 lasciò intatta, scaraventata tra i rami di un albero, una vecchia statuina in legno della madonna di proprietà di Giovanni Borezzo. Sul luogo fu eretto un piccolo pilastro, da cui il nome della futura Abbazia in onore di Maria del “Pilastrello”.

Abbazia di Santa Maria del Pilastrello

Accanto al piastrello, c’era una sorgente la cui acqua diventava rossa ogni volta che veniva usata dai muratori, da qui, la volontà della genti del luogo di costruire una chiesa che inglobasse il “Bagno della Madonna” come venne chiamata la raccolta di quell’acqua rossa che sgorgava dalla sorgente e che ben presto divenne luogo di culto dei pellegrini e dei malati in cerca di sollievo e forse…di guarigioni. Il santuario fu costruito tra il 1577 e il 1579, ampliato nel corso del XVIII secolo, adagiato sulle sponte del fiume Adige conserva a tutt’oggi i ricordi di miracolose guarigioni e avvinimenti, tra questi: le testimonianze del battito degli occhi della Vergine nella Quaresima e ripetuto a Pasqua del 1579; e il movimento degli occhi e del braccio unitamente al bambino il giorno 25 aprile dello stesso anno. A ciò si aggiungono ricorsi di avvenimenti straordinari nel corso degli anni intorno al simulacro.

Abbazia di Santa Maria del Pilastrello

Il 10 febbraio del 1595 la città di Lendinara fu consacrata a Maria, e ogni anno il 16 maggio è festa patronale, a cura dei benedettini Olivetani che dal 1578 si occupano dell’Abbazia-Santuario, salvo la lunga pausa del 1771 al 1920 a seguito del decreto di soppressione emesso dalla Repubblica Veneta. Il 10 febbraio del 1595 la città di Lendinara fu consacrata a Maria, e ogni anno il 16 maggio è festa patronale, a cura dei benedettini Olivetani che dal 1578 si occupano dell’Abbazia-Santuario, salvo la lunga pausa del 1771 al 1920 a seguito del decreto di soppressione emesso dalla Repubblica Veneta.

Abbazia di Santa Maria del PilastrelloAbbazia di Santa Maria del Pilastrello

AFORISMI - Non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare sempre le stesse cose (A.Einstein) - Chi brucia libri, prima o poi, arriverà a bruciare anche esseri umani (H.Heine) - Chi ha cari i valori della cultura non può essere che pacifista (A. Einstein) - Se un uomo non ha ancora scoperto qualcosa per cui morire non ha ancora iniziato a vivere (M.L.King) - Spesso commette ingiustizia non solo colui che fa qualcosa ma anche colui che non la fa (Marco Aurelio) -