#109 - 27 ottobre 2014
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
beni culturali e paesaggistici

Regione Calabria

Salvaguardia e promozione

Progetto di catalogazione di 280 centri storici

di Giuseppe Cocco

Salvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozione

Nella sede di Palazzo Alemanno della Regione Calabria, il Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria e l’assessore regionale all’Urbanistica Alfonso Dattolo hanno presentato i risultati del progetto “Sistema Informativo Centri Storici e Ambiti di Contesto”, realizzato d’intesa tra Regione Calabria e il Ministero dei beni e le attività culturali. All’incontro hanno preso parte oltre al Direttore regionale dei beni culturali Francesco Prosperetti, il dirigente generale del Dipartimento Urbanistica Saverio Putortì, il dirigente regionale Antonio De Marco.

Salvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozione

L’importante attività di catalogazione sul territorio regionale ha prodotto l’implementazione di un Sistema Informativo realizzato in conformità con le normative e gli standard ICCD di trasferimento dei dati catalografici e dei relativi allegati multimediali e riferimenti territoriali.
La catalogazione del patrimonio culturale ed ambientale, costituisce lo strumento conoscitivo basilare per il corretto ed efficace espletamento delle funzioni legate al perseguimento degli obiettivi di tutela e conservazione ed è, al contempo, strumento essenziale di supporto per la gestione e la valorizzazione del patrimonio, immobile e mobile, nel territorio nazionale e regionale, nonché per la promozione e la realizzazione di attività di carattere didattico, divulgativo e di ricerca.

Salvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozione

L’assessore Alfonso Dattolo ha sottolineato che “la riqualificazione dei centri storici calabresi è finalizzata alla salvaguardia ed alla promozione turistica dei luoghi. Con questa attività forniremo una mole di dati ed informazioni sugli immobili censiti, circa 280 centri storici della nostra Regione. Un patrimonio fondamentale per gli amministratori locali che potranno utilizzare queste informazioni fondamentali in particolare su cultura e paesaggio”.
“Centri storici trattati come delle vere e proprie opere d’arte – ha sottolineato il dirigente generale del Dipartimento Urbanistica Saverio Putortì. Un lavoro straordinario finalizzato a valorizzare il nostro territorio”.
“Il progetto restituisce una catalogazione sistematica dei centri storici calabresi – ha evidenziato il direttore regionale dei beni culturali Francesco Prosperetti – in una regione unica per la bellezza dei propri luoghi”.
I dati relativi ai 280 centri storici catalogati sono visibili sul sito: www.centristoricicalabria.it

Salvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozioneSalvaguardia e promozione

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -