#164 - 29 agosto 2016
POETI ITALIANI - TRILUSSA (Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri) LA CORNACCHIA LIBBERALE - Una cornacchia nera come un tizzo, / nata e cresciuta drento 'na chiesola, / siccome je pijo lo schiribbizzo / de fa' la libberale e d'uscì sola, / s'infarinò le penne e scappò via / dar finestrino de la sacrestia. / Ammalappena se trovò per aria / coll'ale aperte in faccia a la natura, / sentì quant'era bella e necessaria / la vera libbertà senza tintura: / l'intese così bene che je venne / come un rimorso e se sgrullò2 le penne. / Naturarmente, doppo la sgrullata, / metà de la farina se n''agnede, / ma la metà rimase appiccicata / come una prova de la malafede. / - Oh! - disse allora - mo' l'ho fatta bella! / So' bianca e nera come un purcinella.../ - E se resti così farai furore: / - je disse un Merlo - forse te diranno / che sei l'ucello d'un conservatore, / ma nun te crede che te faccia danno: / la mezza tinta adesso va de moda / puro fra l'animali senza coda. / Oggi che la coscenza nazzionale / s'adatta a le finzioni de la vita, / oggi ch'er prete è mezzo libberale / e er libberale è mezzo gesuita, / se resti mezza bianca e mezza nera / vedrai che t'assicuri la cariera.
Fotografia

Ospite il Museo Nazionale arti e tradizioni popolari

Roma - Istituto Centrale per la Demoetnoantrolopologia

Redemption

31 immagini di Salvino Campos

di Federica Fasciolo

RedemptionRedemption

Fino al 30 settembre 2016 l'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia ospita la mostra "Redemption" fotografie di Salvino Campos.
L'esposizione, a cura di Mario Franco e Maurizio Siniscalco, è organizzata da ArteAs - Associazione Culturale in collaborazione con l'Istituto Centrale per la Demoetnoantrolopologia - Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari di Roma.

RedemptionRedemption

Un viaggio per immagini attraverso 31 fotografie in bianco e nero che si snoda tra differenti scenari in bilico tra presa di coscienza della propria condizione personale e desiderio di "redenzione", tra la fuga dall'"oscurità" e la ricerca della "luce". Immagini in cui vengono rappresentati i diversi modi di appartenenza nelle sue diverse manifestazioni e in diversi contesti sociali e culturali.

RedemptionRedemption

Redemption”, con un termine che indica redenzione, ma anche riscatto, si richiama alle diverse identità culturali e religiose nel desiderio di individuare nei contrasti in bianco e nero, la “redenzione” della condizione umana.
L'esposizione intende ribadire il concetto di “redemption” un termine che Campos identifica con la sacralità della vita.
Nelle sue magnetiche immagini il campo di ricerca è il mistero della vita e dell'universo.

RedemptionRedemption

Salvino Campos è nato in Brasile nel 1970 a Quartel Geral, nello stato di Minas Gerais, dove inizia l'attività professionale nel 1992, anno in cui si trasferisce a Porto Alegre e dove, nel 1995, espone per la prima volta. Nello stesso anno si sposta a Brasilia. Dal 2000 Campos si trasferisce a Napoli, che diventa la sua città di adozione e lo spartiacque della sua carriera artistica.

RedemptionRedemption

Secondo la citata affermazione di Henri Cartier-Bresson, che la fotografia è "un modo per comprendere", Campos è alla continua ricerca di una sintesi espressiva tra arte e riflessione politico-sociale, dando vita ad un percorso originale secondo una struttura flessibile che si presta ad affrontare temi e linguaggi diversi: dallo studio di volti, corpi, personaggi, a quello di epoche storiche, come il barocco, fino al paesaggio affrontato nella sua valenza simbolica, per cui la ripresa fotografica diventa soprattutto una questione di ambienti, spazi ed evocazioni. Vive e lavora fra Napoli e Rio de Janeiro.

RedemptionRedemption

Per realizzare grandi cose non dobbiamo solo agire, ma anche sognare; non solo progettare, ma anche credere (Anatole France) - Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri? (William Shakespeare) - I cittadini della città terrena sono dominati da una stolta cupidigia di predominio che li induce a soggiogare gli altri; i cittadini della città celeste si offrono l'uno all'altro in servizio con spirito di carità (Sant'Agostino) - Il segreto dell'esistenza non consiste solo nel vivere, ma nel sapere per cosa vivere (Fedor Dostoevskij) - Non abbiamo bisogno, come dicono i giornali, di una Chiesa che si muova col mondo. Abbiamo bisogno di una Chiesa che muova il mondo (Gilbert Keith Chesterton)