#101 - 25 agosto 2014
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rester in rete fino alla mezzanotte del giorno 27 gennaio quando lascer il posto al numero 300. ORA per VOI un po' di SATIRA - Finch ti morde un lupo, pazienza; quel che secca quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Cinema

Hercules-Il guerriero. L’unica divinità è Irina Shayk

di Giada Gentili

Da un film con The Rock protagonista non mi potevo certo aspettare un lavoro fantasy intellettualoide, alla “Star Wars”. Andandoci con tutte le precauzioni del caso: una buona compagnia per ridere delle scene più forzate (o forzute, e comunque spesso le due cose combaciavano), nessuna pretesa di guardare ricostruzioni storiche dell’epoca, anche perché gli americani e le ricostruzioni storiche, che si tratti di antica Roma o Grecia, sono distanti quanto la sottoscritta e Jared Leto, infine con l’intenzione di trascorrere semplicemente una serata davanti al grande schermo, Hercules-Il guerriero, può fare al caso vostro. Va detto che il film è ispirato ad una graphic novel (romanzo a fumetti, traduzione per i non-nerd), quindi le immagini eccessive, la cromaticità seppia che ricorda “300”, sono giustificate dalle base su cui si è pensato il film stesso.

Hercules-Il guerriero. L’unica divinità è Irina Shayk

La storia mira a distruggere quell’aurea di dio-semidio che appartiene da secoli ad Hercules, per trasformarlo semplicemente in un umano dalla forza spropositata. Che poi, effettivamente, è quello che rappresenta The Rock, alias Dwayne Johnson, nella storia del cinema. Notevoli un paio di effetti sorpresa durante le scene d'azione, ma regia un po’ troppo carta carbone con “Il signore degli anelli”. Bret Ratner ha guardato troppe volte i film di Peter Jackson, mentre il legame di Hercules con la famiglia è la parte riuscita meglio. Non a caso il signor Ratner è stato anche il regista del dolcissimo “The Family Man”, il film con Nicolas Cage che la tv ripropone ogni 24 dicembre da quando ho memoria del Natale.

Hercules-Il guerriero. L’unica divinità è Irina ShaykHercules-Il guerriero. L’unica divinità è Irina Shayk

L’unico mito che non è stata distrutto dal film è Irina Shayk, top model e fidanzata di Cristiano Ronaldo. Se pensate di andare al cinema con il vostro ragazzo per dimostrargli che la Shayk “sarà pure bellissima, ma non sa recitare” lasciate stare. La modella è stata così furba che si è fatta dare due battute (proprio due) in tutto il film,poi appare nuda per qualche secondo e viene inquadrata in un paio di scene in primo piano. Insomma, niente errori. Peccato, è stato uno dei motivi per cui ho pagato il biglietto.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.