#142 - 30 novembre 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà  in rete fino alla mezzanotte del giorno 27 gennaio quando lascerà  il posto al numero 300. ORA per VOI un po' di SATIRA - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Arte

Istituto Cervantes - Roma

Menchu Gal: vibrazioni cromatiche

Uno spirito libero tra avanguardia e tradizione

di Luigi Capano

Menchu Gal: vibrazioni cromaticheMenchu Gal: vibrazioni cromatiche

La rassegna antologica delle opere di Menchu Gal (Irùn, 1919-2008), ospitata dall’Istituto Cervantes di Roma (Piazza Navona, 91), ci conduce nel gioco di un irregolare itinerario artistico vissuto tra la frenesia innovativa delle avanguardie novecentesche e il pressante richiamo ai canoni della tradizione figurativa europea.

Menchu Gal: vibrazioni cromaticheMenchu Gal: vibrazioni cromatiche

La pittrice basca giunge, tredicenne, a Parigi nell’Accademia di Amédée Ozenfant – ideatore, assieme a Le Corbusier, della rivista L'Esprit Nouveau (1920-25), nonchè del Manifesto programmatico del Purismo, Après le cubisme (1918). Nella capitale francese – che, suo malgrado, ha ospitato in questi giorni la cupa tragedia dell’imbestiamento dell’uomo - la pittrice basca trascorrerà due anni formativi della sua vita d’artista, la cui traccia sarà presente anche nelle opere della maturità, quando il profluvio panico dei colori torcerà con molle violenza la ferma geometria del segno.

Menchu Gal: vibrazioni cromatiche

Nei primi anni quaranta si trova a Madrid dove Josè Gutierrez Solana, originale figura di intellettuale tuttora poco conosciuto in Italia, la introduce nella cosiddetta seconda Scuola di Vallecas, un attivo cenacolo di pittori paesaggisti e, qualche anno più tardi nella neonata giovane Scuola di Madrid.
Queste ulteriori esperienze contribuiscono maggiormente a modellare lo stile sincretico dell’artista, la cui vocazione naturalistica è temprata nel fuoco ancora acceso delle recenti avanguardie.

Menchu Gal: vibrazioni cromaticheMenchu Gal: vibrazioni cromatiche

La Gal, personalità forte e irrequieta, attraversa, artisticamente, il cubismo, l’espressionismo, il fauvismo, riportando nelle sue creazioni ciò che ha saputo cogliere da queste esperienze irripetibili, sotto la specie di decise vibrazioni cromatiche, di improvvise curvature della linea, di nostalgiche citazioni formali. Come dimostrano i quarantacinque dipinti a olio della mostra romana che assistono algidamente dalla limpida vetriera della galleria Cervantes alla frenesia multicolore dei turisti vocianti che sciamano fra le tre fontane di Piazza Navona.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.