#126 - 13 aprile 2015
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascer il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo cos alto da giustificare metodi cos indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il pi piccolo degli animali una delle pi nobili virt che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuer a massacrare gli animali non conoscer ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo il pi crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
comunicazione

Cinema - Musica - Letteratura

Francis Ford Coppola, Marcel Proust e le Valchirie

di Alessandro Gentili

Per chi voglia sbizzarrirsi tra cinema e letteratura, propongo quanto segue: nel film di Coppola, "Apocalypse Now", la scena degli elicotteri che bombardano un villaggio viet per dare modo ad un campione di surf di esibirsi, è quella che è rimasta nell'immaginario dei cinefili ma anche dei più comuni spettatori.

Cinema - Musica - LetteraturaCinema - Musica - Letteratura

Ricordate? E' preceduta dalla "guerra psicologica", ovvero l'eco della Cavalcata delle Walchirie di Wagner. La cavalleria dell'aria (leggi: elicotteri in luogo di cavalli) si prepara all'attacco e bombarda mentre i soldati in cuffia ascoltano Wagner.
A detta di Coppola, l'idea non è sua ma del suo co-sceneggiatore John Milius, il primo che avrebbe voluto portare sullo schermo "Cuore di tenebra" di Conrad a cui il film è ispirato.
Tutto bene fin qui. In questi giorni leggo e rileggo Marcel Proust e soprattutto l'ultimo tassello, il "Tempo ritrovato".

Cinema - Musica - LetteraturaCinema - Musica - Letteratura

Trascrivo qui il brano che ho trovato a metà libro (siamo a Parigi durante i bombardamenti della Grande Guerra): " E le sirene, non son forse wagneriane? Cosa, del resto, naturalissima, dovendosi salutare l'arrivo dei Tedeschi, molto inno nazionale, molto Wacht am Rhein con il Kronprinz e le principesse nel palco imperiale; c'è da domandarsi se siano proprio aviatori o non piuttosto Valchierie che salgano a volo -.Pareva compiacersi di questa similitudine tra aviatori e Valchirie che, del resto, spiegava con ragioni puramente musicali: - Diamine, è un fatto che la musica delle sirene era proprio quella d'una Cavalcata! ....".
Mi pare che tutto combacia.
Ehi, John (Milius): non è che anche tu hai letto Proust?

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.