#288 - 19 giugno 2021
AAAATTENZIONE - Cari amici lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del 10 dicembre quando lascerà  il posto al n. 297. BUONA LETTURA A TUTTI . Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Fumetto

Una storia c he ha anticipato profeticamente il tempo del Covid 19

Edito dalla Star Comics dal 16 giugno 2021

Bacteria

di Paola Barbato, Matteo Bussola, Emilio Pilliu

di Star Comics

Paola Barbato e Matteo Bussola, autori di romanzi di enorme successo per ragazzi e per adulti – dal best seller di Bussola Notti in bianco, baci a colazione è anche tratto un film di prossima uscita nelle sale – fanno squadra con il talentuoso artista Emilio Pilliu per raccontare una storia di fantascienza dai risvolti medici e sociali. Bacteria, che è in uscita per Astra (Star Comics) il 16 giugno 2021, ha luogo in un futuro distopico lontano ma drammaticamente attuale per molti.

Gli abitanti del Nord si sono rifugiati sottoterra, nell’Ovest vige la legge del più forte, a Sud le piogge acide hanno alterato ogni forma di vita, gli abitanti dell’Est muoiono malati e deformi. Solo al Centro permane una roccaforte del passato e della sua scienza, ma anche della sua follia. I sopravvissuti di ciascuno dei cinque continenti sono andati incontro a destini diversi: un secolo dopo la fine dell’ultimo conflitto, il mondo è devastato.

Nei laboratori del quinto territorio è in corso un esperimento. Laddove non esistono più le armi per combattersi, è necessario crearne di nuove: quattro bambini, portatori sani di malattie letali, saranno il cavallo di troia di un genocidio volto alla conquista delle terre emerse. Ciò che non è possibile cancellare sono le emozioni e il desiderio di stringere legami.

Bacteria

“Mi interessava il concetto di arma batteriologica, che tra le varie forme di attacco ho sempre visto come infida e incosciente: chi poteva davvero credere di essere in grado di controllare una cosa del genere?” commenta la sceneggiatrice Paola Barbato.

La cura per i dialoghi e per la struttura narrativa si unisce a tavole di straordinario impatto per dar voce alle storie di questo piccolo gruppo di “armi umane”. Si scrive di fantascienza distopica per spostare lo sguardo e scorgere in tempo insidie e pericoli: la realtà degli ultimi anni, del tutto inaspettata, avvicina certamente il lettore al mondo post-apocalittico di Bacteria.

Eppure, Bacteria è frutto di un progetto nato quando ancora non si poteva neanche immaginare che presto una pandemia avrebbe costretto tutti in casa. Come lo stesso Bussola ha dichiarato, questa storia racconta “il nostro presente, le nostre paure, le nostre speranze, parla del nostro essere fragili e preziosi”. Una vicenda che voleva parlare a tutti e di tutti in maniera universale, immaginando un futuro spaventoso e inverosimile, si è rivelata invece straordinariamente calata nella nuova quotidianità.

Le avventure dei quattro protagonisti si snodano oltre ogni immaginazione, in una realtà accelerata che – grazie alla potenza e all’espressività dei disegni di Pilliu – ci inchioda obbligandoci a riflettere su cosa si cela al di là della distopia. Sull’oggi, ma anche e soprattutto sul domani. E ci ricorda che i sentimenti possono essere più contagiosi delle malattie, e sono l'unica forma di “contagio” che potrà, forse, salvare davvero l'umanità dalla distopia.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Alcune fotografie e immagini presenti sono tratte da Internet e Face Book , e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione, possono segnalarlo a dantefasciolo@gmail.com in modo da ottenerne l'immediata rimozione. Buona Lettura a tutti. grazie.