#244 - 13 luglio 2019
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Piccoli Grandi Musei Italiani

Una iniziativa del Duca degli Abruzzi

Courmayeur

Cimeli delle Guide

Museo Alpino Duca degli Abruzzi

di Alessandro Gentili

In occasione dei 150 anni di fondazione della Società Guide Alpine di Courmayeur e del restauro conservativo della storica casa delle Guide, il Museo Alpino Duca degli Abruzzi è stato completamente rinnovato nei locali per ospitare un nuovo suggestivo allestimento. Inoltre, la collaborazione con esperti operatori del settore delle manifestazioni, consente di esporre, sempre nella sede del Museo Alpino, interessanti mostre fotografiche di montagna e non solo.

Cimeli delle Guide

Il museo ha sede nella Casa delle Guide di Courmayeur. Esso fu voluto ed iniziato dal Duca degli Abruzzi e venne inaugurato nel 1929.
Il Museo è articolato su due piani: al piano terra sono esposti i libretti delle guide decedute sui quali i clienti annotavano le loro impressioni sulle ascensioni e gli eventuali meriti o demeriti del capo cordata. In una vetrinetta sono raccolti i libri dei rifugi sui quali gli alpinisti segnavano il loro passaggio; altre vetrine contengono lo stendardo bianco della società delle Guide ai suoi primi passi; gli stivali usati dalla regina Margherita nella spedizione allo Spitzbergen nel 1904, coi quali raggiunse la vetta; oggetti riportati dalle varie spedizioni in Africa, Himalaya, Tibet e India.

Cimeli delle GuideCimeli delle Guide

Molto interessante la vetrina della spedizione polare del Duca degli Abruzzi (Baia di Tepliz) alla quale parteciparono gloriose Guide di Courmayeur. Fra i cimeli da notare la pertica usata dalle Guide di Courmayeur nei tentativi alla cresta sud dell'Aiguille Noire du Peuterey.

Cimeli delle GuideCimeli delle Guide

Il plastico del Monte Bianco eseguito in scala 1:10.000 dal pittore Alessio Nebbia illustra i vari aspetti morfologici del massiccio; è inoltre presente il plastico del K2 di Mario Fantin, donato dallo stesso in memoria della **Guida Alpina Mario Puchoz*** deceduto nel corso della spedizione di conquista del K2.

Cimeli delle GuideCimeli delle Guide

Il Museo Alpino Duca degli Abruzzi custodisce la memoria delle Guide Alpine di Courmayeur e documenta l’ origine e lo sviluppo del mestiere di Guida, di fondamentale importanza per la valorizzazione della montagna in tutti i suoi aspetti, nonché per lo sviluppo dell’ attività alpinistica e del turismo ad essa collegato.
Nelle sale espositive del Museo, ospitato all’ interno della storica Casa delle Guide, scoprirete il glorioso passato di questa nobile professione, ancora oggi poco conosciuta in quelli che sono i suoi veri valori. Il Museo possiede un cospicuo patrimonio costituito da documenti, fotografie, attrezzatura alpinistica e cimeli appartenuti alle Guide Alpine di Courmayeur, custodisce i preziosi libretti delle guide, compilati dai clienti al termine di ogni escursione in cui sono narrate, con aneddoti emozionanti, le avventure delle nostre Guide. Materiali, divise storiche, abbigliamento da montagna e curiosi oggetti vi racconteranno più di 150 anni di storia di questo affascinante mestiere.

Cimeli delle GuideCimeli delle Guide

L’ allestimento si sviluppa su due piani lungo un percorso espositivo caratterizzato da numerose sezioni tematiche, con la volontà di non essere un semplice contenitore di oggetti in disuso ma un luogo della memoria, che ricostruisce e ripercorre le varie tappe della storia del mestiere di Guida, attraverso la valorizzazione, la divulgazione e la fruizione dei propri beni.

Cimeli delle GuideCimeli delle Guide

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.