#212 - 24 febbraio 2018
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 26 ottobre, quando lascerà il posto al numero 229. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi un po' di proverbi romaneschi: -Li mejo bocconi sò der coco - Fà del bene all'asini che ce ricevi i carci in panza - Ci va a dormi col culo che je rode, se sveja cor dito che je puzza - A l'omo de poco faje accenne er foco - Più la capoccia è vòta , più la lingua s'allunga - Acqua passatas non macina più - Daje eddaje pure li piccioni se fanno quaie - Li sordi so' come li dolori, chi cellà se li tiene - Fidate del ricco impoverito, non te fidà del povero arricchito ---
Piccoli Grandi Musei Italiani

Castiglione delle Stiviere - (Mantova)

Museo della croce rossa

di Alessandro Gentili

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

Il Museo Internazionale della Croce Rossa di Castiglione delle Stiviere testimonia le circostanze che, in questi luoghi, ispirarono a Henry Dunant la creazione di quella che oggi è la più grande organizzazione umanitaria internazionale, la Croce Rossa.
Essa nacque nel 1863 a Ginevra, ma fu il risultato di un'idea suggerita al fondatore dalla straordinaria generosità della popolazione di Castiglione nel prestare soccorso a migliaia di feriti della battaglia di Solferino (24 giugno 1859).

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

Il museo inoltre raccoglie documenti e strumentazioni di soccorso che illustrano l'attività dell'Associazione nelle varie epoche storiche, dalla sua nascita ai giorni nostri.
La cittadina in cui ha sede il Museo Internazionale della Croce Rossa, è il cuore pulsante dell'Alto Mantovano, splendido territorio delle colline moreniche del Lago di Garda.
Qui natura e storia si intrecciano armoniosamente, grazie ad antichi borghi e pittoreschi paesi disseminati nel verde di un paesaggio incontaminato.

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

Il clima mite e una serie di percorsi naturalistici segnalati consentono di apprezzare la bellezza di questo paesaggio in ogni stagione dell'anno. E non è legata soltanto alla nascita della Croce Rossa, ma anche a quella di San Luigi Gonzaga, il santo cattolico della gioventù mondiale, la cui nobile e famosa famiglia ne resse il governo per lungo periodo fino a farla divenire sede di principato.

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

Numerose, nel cuore della città e nelle zone limitrofe, sono le testimonianze di una storia antica, che dal periodo etrusco e romano, ci conducono a quello gonzaghesco e a quello risorgimentale. Ai piedi della rocca, si ergono i resti del castello di origine preromana, divenuto nel Cinquecento residenza della famiglia del marchese Ferrante Gonzaga, padre di san Luigi. Al Santo è dedicata la grande basilica nell'omonima piazza e l'interessante Museo Aloisiano, in cui sono custoditi arredi, oggetti e dipinti della sua nobile famiglia. Ulteriori testimonianze del periodo dei Gonzaga sono presenti in altri antichi palazzi, chiese, conventi, piazze, fra cui la scenografica Piazza Ugo Dallò.

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

Nel cuore della città sono anche il Duomo e Palazzo Bondoni Pastorio oggi trasformato in Museo, che si ricollegano all'origine della Croce Rossa. La Chiesa Maggiore infatti rappresentò il più grande centro di accoglienza e assistenza ai feriti della battaglia di Solferino, improvvisandosi ospedale di fortuna insieme ad altri edifici della città.
E nel vicino Palazzo Bondoni-Pastorio c’è la stanza che ospitò Henry Dunant durante la sua permanenza a Castiglione.

Museo della croce rossaMuseo della croce rossa

ANIMALIA - Se raccogliete un cane affamato e lo nutrite non vi morderà: Ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) - Chi ha creato i gatti si poteva permettere di sbagliare tutto il resto (M. Migliaccio) - I gatti sono tutti quanti liberi professionisti (Sy Fisher) - Quando un uomo uccide una tigre, lo chiamano sport, quando viene ucciso dalla tigre la chiama ferocia (G.B.Shaw) - Coloro che uccidono gli animali per mangiarne le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora) - Ciò che distingue il genere umano dal regno animale è che in quest'ultimo è sconosciuta la malvagità fine a se stessa (A. Morandotti) - Dobbiamo svuotare le gsbbkie, non renderle più grandi (T. Regan) - L'intelligenza è negata agli animali solo da coloro che ne possiedono assai poca (A. Shopenhauer) -----