#109 - 27 ottobre 2014
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 15 febbraio, quando lascerà il posto al numero 236. BUONA LETTURA A TUTTI - Ora per voi : AMICI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà a massacrare gli animali non conoscerà ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
archeologia

Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale

Museo del vino - Castiglione in Teverina –Viterbo

La città etrusca di Sermugnano

caso esemplare del processo di trasformazione culturale

Una importante scoperta archeologica, frutto di una sinergia tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del CNR e l’Amministrazione comunale, viene presentata per la prima volta al pubblico il prossimo 8 novembre nel Museo del Vino di Castiglione in Teverina.

La città etrusca di Sermugnano

Si tratta degli eccezionali risultati delle indagini archeologiche condotte tra il 2013 e il 2014 nell’insediamento etrusco del Poggio, presso la frazione di Sermugnano ( tra Orvieto e Civita di Bagnoregio).
Riemergono dal passato un edificio monumentale risalente tra la fine del VII e gli inizi del VI secolo a.C. e una grande cisterna abbandonata sul finire del VI sec. a.C., tutte strutture riferibili alla città etrusca.
Ubicato in un contesto paesaggistico di forte impatto emotivo, l’abitato antico sorgeva in posizione dominante a controllo delle vie di comunicazione, strategicamente proteso verso la valle del Tevere e segnato, come gli altri centri ricadenti nel comprensorio dell’Etruria meridionale interna denominato Teverina, da una continuità di occupazione che dal II millennio a.C. giunge sino al VI secolo a.C. per poi riprendere nel IV secolo a.C.; ubicato circa 10 km a sud della rupe di Orvieto, sede della potente città etrusca di Velzna/Volsinii, l’insediamento di Poggio rientra nella sua sfera di influenza culturale.

La città etrusca di Sermugnano

L’eccezionale continuità di vita, unita all’ottimo stato di conservazione del sito per l’assenza (almeno apparente) di fasi edilizie successive a quella etrusca, hanno indotto nel 2012 la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale e l’Università degli Studi di Napoli Federico II ad avviare un progetto congiunto di ricerca con l’obiettivo di indagare un caso esemplare del processo di trasformazione culturale che, a partire dalle premesse protostoriche, ha portato alla formazione e allo sviluppo della cultura etrusca. E i risultati sin qui conseguiti incoraggiano a proseguire le ricerche.

La città etrusca di SermugnanoLa città etrusca di Sermugnano

sba-em.comunicazione@beniculturali.it

AFORISMI - Vivi come puoi, da momento che non puoi vivere come vorresti (Cecilio Stazio) - Perdiamo i tre quarti di noi stessi per essere come le altre persone (A. Schopenhauer) - La cultura è l'unico bene dell'umanità che, diviso tra tutti, anzichè diminuire diventa più grande (H.G. Gadamer) - La gentilezza è il linguafggio che il sordo può sentire e il cieco può vedere (M. Twain) - L'immaginazione è la prima fonte della felicità umana (G. Leopardi) - L'ignoranza è un vizio (Talete) - Se la pensi come la maggioranza il tuo pensiero diventa superfluo (P. Valéry)