#184 - 18 febbraio 2017
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero resterà in rete fino alla mezzanotte di venerdi 3 agosto, quando lascerà il posto al numero 224. BUONA LETTURA A TUTTI - ORA, PER VOI AMANTI DEGLI ANIMALI : E' una gran vergogna spargere il sangue e divorare le belle membra di animai ai quali è stata tolta violentemente la vita (Empedocle) - La caccia, se non è per la sopravvivenza, è una forma di guerra (J. W. von Goethe) - L'uomo si differenzia dagli animali perchè è assassino ( E. Fromm) - Torturare un toro per il piacere, per divertimento, è molto più che torturare un animale, è torturare una coscienza ( V. Hugo) - Un gatto non dormirebbe mai sopra un livbro mediocre (H. Weiss) - Il cane è la virtù che, non pogtendo farsi uomo, s'è fatta bestia (V. Hugo) - Se raccoglierete un cane affamato e lo nutrirete non vi morderà, ecco la differenza tra l'uomo e il cane (M. Twain) -
archeologia

Palazzo Vitelleschi - Tarquinia

Il Mitra tauroctono

definitiva collocazione nel Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia

Dopo essere stato esposto in mostra ai Musei Vaticani, al Quirinale e a Palazzo Barberini, il gruppo scultoreo in marmo bianco del Mitra tauroctono di Tarquinia, alla presenza del Ministro Dario Franceschini, trova la sua definitiva collocazione nel Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia, dove è stata predisposta al primo piano di Palazzo Vitelleschi una nuova sala ad esso dedicata. L'allestimento, sotto la direzione tecnica e scientifica della Soprintendenza, è stato realizzato grazie alla Fondazione Etruria Mater ed ENEL S.p.a.

Il recupero del gruppo scultoreo si deve, nel maggio 2014, al Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale durante un'operazione di contrasto all'attività clandestina.
Le indagini di polizia giudiziaria dirette dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Roma hanno permesso di localizzare il luogo del trafugamento sul Poggio della Civita di Tarquinia, a breve distanza dal famoso santuario dell'Ara della Regina.

Il Mitra tauroctono

In accordo con il Comando Carabinieri TPC, la Soprintendenza ha effettuato un intervento di scavo archeologico con l'obiettivo di individuare il sito certo della provenienza del gruppo marmoreo, databile alla fine del II sec.d.C.
L'indagine di scavo ha portato al rinvenimento di un altro elemento di marmo facente parte della stessa scultura, costituito da un cane che in origine era appoggiato al ginocchio del toro.
Tale importante scoperta costituisce quindi prova inconfutabile della provenienza della scultura dalla Civita di Tarquinia.
Si tratta di un eccezionale dato scientifico in quanto in Etruria Meridionale finora l'unico gruppo raffigurante il Mitra tauroctono era stato rinvenuto nel 1975 a *Vulci* nelle vicinanze della domus del Criptoportico.***

L'intera operazione si configura quale esemplare modello di collaborazione tra Soprintendenza, Carabinieri TPC, imprese e privati per il recupero, la tutela e la pubblica fruizione del patrimonio culturale.

PROVERBI ROMANESCHI - Rigalà èmmorto, Donato sta ppe' morì, Tranquillo se lo so n'groppato e Pazienza sta ar gabbio - La farfalla tanto gira al lume finchè s'abbrucia l'ale - Er gobbo vede la gobba dell'antri gobbi ma nun riesce a trovasse la sua - Oro e argento in core, mànneno a spasso fede, speranza e amore - Cent'anni de pianti nun pagheno un sordo de debiti - Qanno te sveji cò quattro palle, er nemico è alle spalle - Non sputà in cèlo che te ricasca 'n bocca! - Mejo puzzà de vino che d'acqua santa -