#164 - 29 agosto 2016
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascer il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, pu durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni pi importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perch" (Mark Twain) "L'istruzione l'arma pi potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perch i servizi sanitari siano accessibili a tutti. Papa Francesco Il grado di civilt di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bens nella capacit di assistere, accogliere, curare i pi deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civilt di una nazione e di un popolo. Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosit, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Cultura e Società

Il primo festival in Europa dedicato alla creatività - tredicesima edizione
col patrocinio della Fondazione Carispezia e del Comune di Sarzana,
e con il contributo di Carispezia Crédit Agricole (per l’edizione bambini e ragazzi).

Sarzana (La Spezia)

Se faccio capisco

Intervista a Francesca Gianfranchi curatrice
del Festival della Mente per bambini e ragazzi

di Elena Marchini

Il Festival della Mente per bambini e ragazzi curato da Francesca Gianfranchi, passando dalla tecnologia all’attualità, dalla filosofia alla storia, porrà particolare attenzione alla valorizzazione della manualità per rendere i bambini e i ragazzi partecipi dei processi creativi che stanno dietro alle cose che vedono tutti i giorni e allo stesso tempo farli riflettere sull’ambiente che li circonda.
Francesca Gianfranchi ci ha spiegato come il suo programma nasca dalla massima di Bruno Munari “se faccio capisco”.

  • Qual è lo spirito dell’edizione bambini ragazzi 2016?

"Con i laboratori creativi si allena la mente a risolvere problemi, si cercano e si trovano soluzioni, si collabora e si impara che ci sono tante strade da provare fino a trovare quella che ci fa sentire bene e che magari in futuro potrebbe anche trasformarsi in un mestiere.
Se aiutiamo i bambini a fare da soli e se riusciamo a trasmettergli la passione per quello che si fa e la curiosità per le cose del mondo imparare diventa un gioco costruttivo di cui non ci si stanca mai. Bruno Munari diceva: “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco” . Questo è lo spirito che ho cercato di dare a questa edizione del programma bambini e ragazzi".

Se faccio capiscoSe faccio capisco

  • Il programma si sviluppa secondo alcune linee guida (futuro, innovazione e scienza, editoria, fumetti, animazione), come ha scelto i relatori che si confronteranno con i bambini e i ragazzi su questi argomenti?

"Sono partita con l’idea di cercare relatori che pur spaziando in ambiti molto diversi fossero accomunati dal filo conduttore della creatività e della passione per il loro lavoro.
Ho cercato di percepire l’energia che c’è dietro ad un libro, ad un’idea o a un progetto e la volontà e la capacità di ciascuno di loro di trasmettere tutto questo ai ragazzi.
Alcuni sono andata a scoprirli a ‘casa loro’ come Maria Zaramella che si definisce designer visiva e che con il progetto ABiCiDi alla Fabbrica del Vapore a Milano si dedica ad insegnare ai bambini il valore della stampa tipografica ; e vederla in azione mi ha affascinato.
Anche parlare con Carlo Carzan e Sonia Scalco alla fiera del libro di Bologna e sentire il loro entusiasmo per il gioco e per l’insegnamento è stato un regalo.
Ho fatto una chiacchierata molto bella con Andrea Satta, eclettico pediatra e cantante che grazie alle favole ha trasformato il suo ambulatorio di Roma in una comunità dove mamme di tutto il mondo si scambiano esperienze e si sentono meno sole.
Tanti di loro li ho conosciuti o scoperti alla Fiera del libro di Bologna che è sempre una grande miniera di spunti".

  • Può farci qualche nome veramente imperdibile?

La scrittrice Chiara Carminati e il fotografo Massimiliano Tappari nel laboratorio +Parto anch’io insegneranno ai bambini a giocare con immagini e parole nella maniera poetica, ironica e speciale che li contraddistingue ed è un’occasione unica da cui si esce arricchiti.
Imperdibile anche la passeggiata con Pierdomenico Baccalario scrittore vulcanico e avventuroso nonché uno dei maggiori autori italiani di bestseller per ragazzi.
La passione per la scienza ce la racconteranno scienziati del calibro di Giovanni Bignami, Carlo Alberto Redi, Manuela Monti e Gianvito Martino durante la serata dedicata al progetto
Da grande anch’io di Associazione Mercurio con la proiezione del docu-film interattivo L’uovo una cellula meravigliosa*".

  • Quali suggestioni le piacerebbe rimanessero di questo programma?

"Mi auguro che bambini e ragazzi coglieranno e apprezzeranno l’opportunità di essere protagonisti attivi dei processi creativi. Spero che tutti i partecipanti riuscano a farsi regalare da ciascun autore un pezzettino della passione, di cui parlavo prima, e a farne tesoro per imparare a crescere sentendosi coinvolti, entusiasti, consapevoli e propositivi".

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.