AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascer il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, pu durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni pi importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perch" (Mark Twain) "L'istruzione l'arma pi potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) La salute non un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perch i servizi sanitari siano accessibili a tutti. Papa Francesco Il grado di civilt di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bens nella capacit di assistere, accogliere, curare i pi deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civilt di una nazione e di un popolo. Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosit, vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Ruggero Scarponi

Ruggero Scarponi

Decisi di venire al mondo nel mese di aprile del 1954. Solo più tardi, negli anni, ebbi ragione di sospettare che la mia volontà in quell’occasione era stata, come dire, marginale.

Ero ancora fanciullo, avevo sedici anni, quando iniziai la mia prima esperienza lavorativa. Entrai in un’Azienda tipografica, così, tanto per fare un lavoretto durante l’estate. Ci sono rimasto quarant’anni. Cose che capitano a chi si distrae, come me. Nel frattempo mi sono sposato e ho avuto un figlio. Da tempo coltivo l’hobby della scrittura di brevi racconti con i quali partecipo a vari premi letterari. Nel 2010 ho vinto il concorso “Narrare il Lazio”. Oggi, grazie alla gentile ospitalità di questo giornale online ho l’occasione di pubblicare le mie piccole invenzioni. Buona lettura.

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 35

di Ruggero Scarponi

Come avvenne il primo attacco allonorevole citt di Shawrandall

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 34

di Ruggero Scarponi

Nellonorevole citt di Shawrandall i giovani e le giovanette che si scambiavano la promessa nuziale celebravano levento nel giorno di quashem, il quinto giorno della prima decade del mese di Melk.

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 33

di Ruggero Scarponi

Come Amin e Quemosh liberano la giovane cortigiana

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 32

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente 31

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 29

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 28

di Ruggero Scarponi

Entrava in quei giorni il tempo del narfur costituito dalle tre sacre decadi dei mesi di Melk, Ar e Ghor. Infatti, al culmine del ciclo di Kos, quando il sole splendeva al pieno della sua luce, nella citt di Shawrandall, il Grande Sacerdote del tempio Karashan annunciava ai fedeli la festa dellunione cosmica.

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 27

di Ruggero Scarponi

In quei giorni, lesercito del Principe Jalabar si dispose alle manovre di accerchiamento della citt di Shawrandall. E per prima cosa alz tutto intorno alle mura una palizzata alta tre metri, rinforzata ogni cento passi da torri.

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 26

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 25

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 24

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

23 - Il Piccolo fiore sorridente

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 22

di Ruggero Scarponi

-Amin e Kalina soccorrono la bella Manshay e la sua fedele Nazhira
-Lesercito del principe Jalabar cinge dassedio lonorevole citt di Shawrandall

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 21

di Ruggero Scarponi

-La bella Manshay salva la sua fedele Nazhira cui un soldato voleva usare violenza.
-Amin riscatta i suoi fratelli e la giovane cortigiana.

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 20

di Ruggero Scarponi

Yabel informato dal Gran Sacerdote apprende che lesercito di suo padre il Principe Jalabar minaccia da presso la citt di Shawrandall

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 19

di Ruggero Scarponi

-Come Amin affront molti soldati per salvare sua sorella Kalina. -Quemosh e Bashir dopo un tentativo di fuga dalla locanda finiscono in schiavit.

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

18 - Il Piccolo fiore sorridente

di Ruggero Scarponi

  • Yabel divenne sacerdote del tempio Karashan

-La bella Manshay viene presa prigioniera dai soldati del principe Jalabar

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 17

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 16

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente -15

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 14

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 13

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 12

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 11

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

Racconto

Shaliran

Il Piccolo fiore sorridente - 10

di Ruggero Scarponi

Leggi tutto

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.