#169 - 15 ottobre 2016
AAAAA ATTENZIONE questo numero resterÓ in rete fino alla mezzanotte del 3 maggio quando lascerÓ il posto al numero 351. - BUONA LETTURA - ORA ANTICA SAGGEZZA - Gli angeli lo chiamano piacere divino, i demoni sofferenza infernale, gli uomini amore. (H.Heine) - Pazzia d'amore? Pleonasmo! L'amore Ŕ giÓá in se una pazzia (H.Haine) - Nel bacio d'amore risiede il paradiso terrestre (Lord Byron) - Quando si comincia ad amare si inizia a vivere (M. de Scudery) - L'amore Ŕ la poesia dei sensi ( H. De Balzac) - Quando il potere dell'amore supererÓá l'amore per il potere, sia avrÓá la pace (J. Hendrix)
Pagine Preziose

Dalla Fondazione Giorgio La Pira

La politica
come servizio alla speranza

Antonio Maria Baggio - Massimo Cacciari - Vannino Chiti

Edizioni Polistampa

La crescente disaffezione per la politica che si avverte specie tra i giovani ├Ę un sintomo e anche una causa della profonda crisi che oggi investe il cosiddetto mondo occidentale e che mette in pericolo lo stesso concetto di democrazia partecipativa che ├Ę alla base delle nostre societ├á.
Crisi profonda, perch├ę crisi di motivazioni e di fini. Della quotidiana attivit├á politica si evidenziano con fastidio atteggiamenti strumentali o di profitto personale e si tende a rinchiudersi nel privato o, nel migliore dei casi, in forme pur lodevoli di servizio nel volontariato.

Per queste ragioni ci ├Ę sembrato opportuno proporre alla riflessione comune un argomento che ├Ę centrale nel pensiero e nella testimonianza di Giorgio La Pira: la politica come servizio alla speranza - individuale e collettiva -, come passione civile, come fiducia nella capacit├á di "proporzionare le mura della citt├á terrena - diceva La Pira -a quelle della Gerusalemme celeste" (comunque, laicamente, questa opera si voglia interpretare).
Si tratta di illusioni? Di patetico ottimismo? Di pie esortazioni consolatorie dell'angoscia che in questi giorni ci sentiamo dentro? Noi crediamo che, al contrario, sia oggi pi├╣ che mai necessario misurarci su questi temi. Per questo abbiamo ritenuto opportuno pubblicare le riflessioni che hanno svolto Antonio Maria Baggio, docente di Etica Politica alla Pontificia Universit├á Gregoriana e Massimo Cacciari, filosofo ed esponente politico, che trattarono l'argomento "Politica e Speranza" in un incontro con questo titolo promosso dalla Fondazione La Pira; e la relazione che, sullo stesso tema, ├Ę stata tenuta da Vannino Chiti, Deputato al Parlamento e Coordinatore della Segreteria Nazionale DS su invito della Fondazione Balducci alla quale va il nostro ringraziamento.

Il volume contiene inoltre alcuni scritti editi ed inediti di Giorgio La Pira, scelti tra molti, che riteniamo fondamentali per un approfondimento del tema in questione.
Perch├ę non sperare? Non sperare nella pace di questa grande famiglia umana che ├Ę la famiglia di Dio; la famiglia del comune Padre Celeste! Da Lui creata, da Lui amata, da Lui redenta, a Lui, per tutta l'eternit├á, destinata.
Si sa: la speranza ├Ę, in certo senso, un'avventura ed un rischio: ma forse che, pel rischio di perdere la semente, il contadino smette di seminare?
C'├Ę una fede nel suo gesto di seminatore: la fede nel mistero di creazione e di amore che la terra serba nel suo seno. (Giorgio La Pira, 1955)

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit Ŕ realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessitÓ di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietÓ tra singoli e le comunitÓ, a tutte le attualitÓ... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicitÓ e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertÓ di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.