#158 - 16 maggio 2016
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascer il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finch ti morde un lupo, pazienza; quel che secca quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Cinema

Omaggio a grandi autori

Museo del Cinema - Torino

Cinema tra Realtà e fantasia

La retrospettiva Se permettete parliamo di Pietrangeli, Scola e gli altri è stata pensata - ad alcuni mesi dalla scomparsa di Ettore Scola - per omaggiare, in modo trasversale, l'operato dell'autore di alcune delle più importanti opere del nostro cinema. Dicevamo in modo trasversale perché abbiamo voluto proporre una selezione di titoli che rendessero conto del lavoro di Scola come sceneggiatore: un lungo, operoso e importante mestiere che lo ha portato a firmare non solo le sceneggiature dei propri film ma che gli ha permesso di modellare, attraverso la scrittura per altri registi, i caratteri dominanti della commedia all'italiana.

Antonio Pietrangeli: Fantasmi a Roma
L'anziano Principe Annibale di Roviano vive solitario nell'antico palazzo di famiglia sito nel centro storico di Roma in placida coabitazione con un gruppo di fantasmi. La vita quotidiana scorre tranquilla fino al giorno in cui, tentando di riparare lo scaldabagno di casa, il principe muore a causa di un'esplosione. Suo unico erede è un nipote, Federico di Roviano, che si ricorda di avere una casa e una famiglia solo dopo aver ereditato. Federico è fidanzato con Eileen, attricetta da quattro soldi dalle abitudini alquanto materialiste, dalla quale si fa praticamente mantenere, ed è intenzionato a cedere il palazzo agli speculatori. Ma i fantasmi non si danno per vinti, decisi come sono a salvaguardare la loro magione a vita.

Cinema tra Realtà e fantasiaCinema tra Realtà e fantasia

Alfred Hitchcock: Nodo alla gola/Rope
Due giovani bene uccidono un amico. Nascondono il corpo in una cassapanca e poi hanno il coraggio di dare un party nel salotto stesso (tra gli invitati ci sono i genitori del defunto). Nessuno sospetta, tranne un professore, che a party terminato, mette alle strette i due assassini e li fa confessare.

Robert Bresson: Au hasard Balthazar
Straziante allegoria dell’ingratitudine umana narrata attraverso la storia del povero Balthazar, un asino che passa di padrone in padrone, subendo angherie d’ogni sorta. In questo mondo fatto di odio, passioni o indifferenza, disorientamento o turbamenti, l’asino senza colpa è lo spettatore e la vittima.

Cinema tra Realtà e fantasiaCinema tra Realtà e fantasia

Robert Bresson: Mouchette
La quattordicenne Mouchette, di cui nessuno si prende cura, incontra per caso, durante un furioso temporale, un bracconiere. Costui le racconta di aver ucciso il guardiacaccia; la ragazza lo aiuta a costruirsi un alibi e lo assiste durante una crisi di epilessia. Ma il bracconiere si è inventato tutto: appena può, violenta Mouchette.

Anne, Erik e Véronique Lapied: Alexandre, fils de berger
Alexandre ha 12 anni, vive in montagna, si occupa di oltre mille pecore e ha per amico il cane Trace. A insegnargli tutto, in capanne al di là dei sentieri battuti, sotto le stelle o sotto il diluvio, è suo padre Fernand. D’estate, quest’anno, c’è il Tour de France, l’elitrasporto e la festa del villaggio, ma il suo sogno è poter, un giorno, gestire da solo il grande gregge. Anne e Erik Lapied, insieme alla figlia Véronique, sono cineasti di montagna e documentaristi. Hanno girato film sulla fauna e gli abitanti delle terre alte. Realizzano film principalmente nelle Alpi ma il lavoro li ha anche portati al Polo Nord, sull'Himalaya e in Africa.

Cinema tra Realtà e fantasiaCinema tra Realtà e fantasia

Guy Hamilton: Agente 007 Missione Goldfinger
Terzo capitolo della saga dell’agente segreto 007. James Bond ha il compito di fermare il piano del miliardario criminale Goldfinger, che ha come obiettivo Fort Knox e i 15 miliardi di dollari in esso contenuti. Scopo finale non è rubare i soldi, ma renderli radioattivi per mettere in ginocchio l'intera economia mondiale.

Cinema tra Realtà e fantasia

Patrice Leconte: Confidenze troppo intime
Anna sbaglia porta e si ritrova a confidare le debolezze del suo matrimonio a un consulente fiscale, William Faber. William ascolta i suoi problemi e non ha il coraggio di dirle che non è uno psicologo. Le sedute diventano una sorta di rituale e William è sempre più interessato ai racconti di Anna…

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.