#351 - 11 maggio 2024
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Attualità

Elezioni alla porta

Con quale spirito ci presentiamo all'appuntamento?

di Amanzio Possenti

Mentre le elezioni europee si avvicinano – fra poco più di un mese - una domanda corre insistente fra gli elettori soprattutto italiani: sarà una consultazione dedicata alla conta dei voti fra i partiti in lizza oppure un vero impegno sulle scelte europee del prossimo quinquennio? Domanda più che pertinente e nient’affatto mal posta o troppo strumentale?

Elezioni alla porta

A giudicare da quanto si è visto, letto e sentito, il dubbio che siano una conta sulle percentuali dei singoli partiti è forte, senza contare l‘altra conta, quella sul governo in carica. Ci gioca assai il fatto che si voti con il sistema proporzionale in grado di restituire la forza autentica di ogni concorrente. Ecco perché la conta ha un ruolo fondamentale nell’analisi e nei raffronti del voto. E’ purtroppo la conseguenza della tensione all’interno dei partiti e il timore è quello soprattutto di andare alla conta, oltre il confronto politico che verrà dopo, una volta conosciuti il carico di voti e le percentuali. Anche se potranno esserci delusioni o esaltazioni per qualche zero virgola in più o in meno rispetto alle ultime Politiche.

E’ vero, si tratta di democrazia che prevede maggioranze e minoranze e conteggi di elettori pro o contro ma non sarebbe meglio occuparsi di più del come fare politica europea e impegnarsi su quel fronte specifico visto che si parla di Europa e non d’Italia soltanto? O meglio occorre capire quali scelte potrà fare il nostro Paese in Europa e in quale modo e soprattutto con quali politiche le si vorranno o potranno affrontare, visto che l’Europa non sempre appare come desidereremmo. Ma un conto è il desiderio, un conto la realtà politica talvolta diversa da come la si attende. Ad esempio il patto di stabilità, ovvero le regole di bilancio, contestato dall’Italia, per dirne una recente nel Parlamento di Strasburgo.

Elezioni alla porta

Dunque occorre presentare agli elettori non solo liste e candidati scelti per competenza e con attenzione e scrupolo, ma anche programmi efficienti ed efficaci ai fini dell’Italia, in modo che, nel voto, al di là delle passionalità di parte, prevalga la scelta per un’Europa convincente, solidale, sempre amica e unita, soprattutto meno burocratica. E un’Italia protagonista critica, autorevole e sostenitrice di un processo di crescita e di attenzione al bene di tutti, un progresso vantaggioso e sempre più pacificatore.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.