#349 - 6 aprile 2024
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Arte

Una esperienza lunga 70 anni

Cesare Benaglia

di Amanzio Possenti

Quando ti imbatti in un Artista d’eccellenza, che però ama definirsi artigiano - memore dell’esperienza giovanile di falegname – capisci che l’Artista è anche un grande artigiano e la doppia identità consente di valutare meglio la funzione espressiva.

Cesare Benaglia

Come nel caso, piuttosto singolare comunque, di Cesare Benaglia pittore dapprima e da decenni scultore di alto rango, i cui luoghi inventivi sono la Natura - in particolare il bosco vicino a casa e il fiume Brembo - e uno straordinario laboratorio dove c’è il pieno (custodito con amore) di tutti i settori naturali - dai rami delle piante ai semi più microscopici - e dove l’artigiano-artista (oggi novantaduenne) seleziona, organizza, assembla e dona poesia al mistero della natura che, se da se stessa è bellezza attrattiva, lo diventa ancor di più con il prezioso talento di fantasia narrativa di Benaglia.

Cesare BenagliaCesare Benaglia

Il quale sostiene che sono la natura dei tronchi d’albero e i sassi dell’alveo del fiume ‘a fare e dare bellezza’, 'bellezza’, quasi schermendosi della propria sensibilità artistica, che emerge bella e persino sonora dai risultati tecnico-estetici del suo ’operare’ con semplicità e levità, dolcezza e sguardo d’amore sul Creato, protagonista della sua inimitabile scultura, fra masse composite e leggiadri oggetti recuperati da centinaia d’anni di abbandono e rianimati dal tocco scultoreo, graffiante e invitante, dell’Artista.

Cesare BenagliaCesare Benaglia

Di Benaglia e della sua esclusività espressiva si sapeva, ma ora se ne conoscono maggiormente i toni, i tocchi, gli slanci, le progressioni, le vitalità, le ricerche, le recondite suggestioni, non solo con un’accurata visita al suo (fantastico) laboratorio in quel di Ossanesga di Valbrembo, ma grazie ad un filmato - davvero pregevole e in linea con il personaggio umano ed artistico Benaglia – realizzato da due cineasti bergamaschi: Gianni Canali e Luca Calò che con la collaborazione di Alessandro Della Valentina donano agli spettatori 50 minuti di un documentario che racconta la storia dello scultore nella varietà della sua produzione d’arte (gelosamente trattenuta e conservata, poco disponibile alla vendita).

Cesare BenagliaCesare BenagliaCesare Benaglia

Il filmato, in anteprima assoluta e ristretta ai soli parenti e amici (una cinquantina di persone) è stato proiettato - grazie anche al Parco dei Colli - con vivo successo e in anteprima nella sala cinematografica dell’Oratorio di San Paolo nell’omonima piazza a Bergamo.
Sarà presentato in forma pubblica ed ufficiale a maggio in una sala-cinema della città, per poi iniziare il giro nei luoghi dove sarà richiesto. Un omaggio originale ad un Artista umile e sorridente che mai rinuncerebbe a misurarsi quotidianamente con l’Arte, come accade a Benaglia da 70 anni...

Cesare Benaglia

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.