#343 - 6 gennaio 2024
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Pagine Preziose

Una storia di amore e speranza nel Signore

La luce delle stelle

Stefano Ferrandi - Editrice Azeta Fast

Sono tutti all’insegna della Speranza e dell’Amore cristiano - che vince sempre, in ogni caso - i libri che di anno in anno Stefano Ferrandi pubblica e presenta ai suoi lettori .E non è venuto meno alle sue scelte neppure a fine 2023 con la pubblicazione del quindicesimo suo romanzo La luce delle stelle, anch’esso edito ,come tutti i precedenti dalla Casa Editrice Azeta Fast—Libreria Editrice Bonomo.

Due righe sull’autore: classe 1949, è un ‘habituè’ dello scrivere come dimostra - dagli anni Novanta del secolo scorso- la sensibile qualità narrativa nella presenza pressocchè annuale’; ogni suo testo si qualifica come segno di cristiana scelta verso il Signore, del Quale si conferma felice e fedele seguace, precisando ancor meglio la sua decisione quando annota nei ringraziamenti ai lettori la frase: Per tutti uno sguardo di luce che penetra la roccia di Cristo.
Il suo essere cristiano nello scrivere è fiamma viva di fede ardente che si trasforma in speranza e carità come azione concreta nei personaggi che, inventati, diventano strumenti del credere pieno e totale come nell’ultimo romanzo ‘La luce delle stelle’, nel quale l’amore fra Berto e Matilde, pur nelle incertezze ma anche nella responsabilità dei sentimenti, si fa strada come ‘luce’ che sa penetrare efficacemente nei cuori sia dei protagonisti come in altri personaggi-chiave, don Beppo,Angelo, Barbara, per citarne alcuni che costituiscono il nerbo della trama romanzesca i cui contorni e le cui esperienze via via emergenti narrano profili umani di solida esperienza evangelica.

Il romanzo testè pubblicato è una rinnovata fonte non solo di luce - che piove dal Cielo come traccia per il cammino degli eventi e degli uomini - anche una caduta di ’stelle’ sotto forma di Provvidenza che accompagna e stimola rapporti nuovi nella fede.
Il libro è anche un segnale e di forte amicizia, due valori che Stefano Ferrandi fa continuamente propri e rende esteriori al pubblico che lo legge con amichevole affetto.
(Amanzio Possenti)

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.