#330 - 13 maggio 2023
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerà il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Pagine Preziose

Poesie ’di memoria’ ricche di ricordi commossi e di rivisitazione della gioventù nel paese natale;
una poesia assai più legata ai Valori, agli umori e sentori di un vivere universale.

Poesie della vita

Di Giuseppe D’Acchioli

di Amanzio Possenti

Giuseppe D’Acchioli – che si definisce ‘sognatore incallito’ – è tra quei Poeti che lavorano nell’ombra ma da essa e dal mondo semplice che ne deriva - traggono stimoli e riflessioni per dare spirito e forza alla poesia. Che si materializza in un espandersi gioioso e malinconico al tempo stesso di ossservazioni, di compresenze spirituali, di intuizioni personali ,con grande desiderio di capire e di amare. Tanto che negli ultimi anni, da quando si è trasferito dalla nativa Colli a Volturno (Isernia) a Treviglio dove ha preso casa, il ritmo della sua poesia si è fortemente sviluppato, transitando dalle poesie ’di memoria’ ricche di ricordi commossi e di rivisitazione della gioventù nel paese natale ad una poesia assai più legata ai Valori, agli umori e sentori di un vivere universale. Un ‘salto’ esperienziale deciso e qualificante.

In questa inedita realtà, in parte ’trevigliesizzata’, nella quale si immedesima con amore, recuperando non solo affetti ma soprattutto emozioni del vivere quotidiano, D’Acchioli sta ‘costruendo’ - se è possibile usare questo verbo - la propria identità poetica che si lascia via via riemergere dal sentimento e dalle memorie per diventare immagine meditativa sull’oggi e sul domani.

Ecco il ’senso’ dell’ultima raccolta di D’Acchioli Poesie della Vita: emerge netto e profondo il ’senso dell’essere’ tra confidenze e preoccupazioni, fra tensioni e speranze, tra sofferenze e momenti di lieto vissuto, fra fede ed ardore, comparando giorno per giorno se stesso e le proprie aspirazioni, come una sorta di autoconfessione nel segno della franchezza esistenziale.
Poesie da leggere e da maturare nel sentimento dell’animo superando le inquietudini, passeggere ma continue, che turbano e tuttavia spalancano, grazie alle liriche di D’Acchioli, l’orizzonte della fede e di una vita di intensa speranza e bellezza interiore.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.