#121 - 2 marzo 2015
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrą  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerą  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, puņ durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni pił importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchč" (Mark Twain) "L'istruzione č l'arma pił potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non č un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchč i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltą  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensģ nella capacitą  di assistere, accogliere, curare i pił deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltą  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo č un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminositą , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Fumetto

sulle ali della profezia

Soldino e nonna Abelarda

di Giada Gentili

Soldino e nonna AbelardaSoldino e nonna Abelarda

Confesso: questa caccia ai vecchi fumetti si sta trasformando, per chi scrive, in una storia degli usi e dei costumi degli italiani di generazioni di cui ho solo letto nei libri di storia (al massimo nei film o nelleTeche Rai).
Prendiamo questo tipo qui: Soldino (inventato da Giovan Battista Carpi). E' un bambino, presumibilmente di etĆ  molto giovane, che ĆØ abbastanza intraprendente e coraggioso, anche se alcune volte pare pauroso e accorto, e dotato di una grande generositĆ  e allegria.
Soldino ĆØ il sovrano del regno di Bancarotta, Stato - come dice il nome - sempre sull'orlo del fallimento, (assieme alla nonna, Abelarda, co-protagonista, di cui parliamo sotto) dotata di una forza straordinaria e praticamente invulnerabile, tranne che su un famoso callo situato sul tallone sinistro.
Spesso compaiono anche altri personaggi dai nomi bizzarri, in genere antagonisti come il
Conte di Bancarotta ed il Duca Frittella.*

Soldino e nonna AbelardaSoldino e nonna Abelarda

Nonna Abelarda ĆØ uno straordinario personaggio del fumetto italiano dedicato ai piĆ¹ piccoli, nato nel 1955 ed apparso sulle pagine del mensile per ragazzi Volpetto, dedicato all'omonimo personaggio ideato da Giulio Chierchini, di cui rappresenta un'improbabile nonna essendo Volpetto una volpe antropomorfa, in avventure realizzate dalla coppia di autori.
Nonna Abelarda diviene cosƬ la nonnina del piccolo re, che incontra nella storica avventura "Arriva Soldino", pubblicata sul primo numero del neonato periodico, in cui il bimbo tenta di sfuggire ai suoi regali doveri in cerca di piĆ¹ appropriate marachelle e voglia di libertĆ .

Soldino e nonna AbelardaSoldino e nonna Abelarda

Abelarda si rivela una nonnina putativa pronta a viziarlo e ricoprirlo di torte strepitose, ma anche una tutrice attenta ad imporgli un po' di sana educazione ed il rispetto dei propri doveri.
L'affiatatissima coppia "Soldino-Nonna Abelarda" diviene quindi un imperdibile classico, destinata a resistere agli anni, accompagnata dagli altri comprimari del fumetto, primo tra tutti l'inefficiente ministro Scartoffia, braccio destro di Soldino che cerca di riportare il giovanissimo monarca ai suoi regali impegni.
Conte di Bancarotta. Ministro Scartoffia. Inefficiente. Uhmmmm: pare di respirare aria contemporanea. Eppure questi personaggi sono stati creati in un'epoca di rilancio economico e storico, le nubi della crisi lontane ancora anni luce.
PiĆ¹ vado avanti e piĆ¹ mi accorgo che taluni artisti non si sono accontentati solo di "scrivere", ma hanno avuto il dono della profezia. Rimando i lettori a Leo Longanesi ed Ennio Flaiano di cui avrei piacere di farvi leggere alcune delle loro "profezie" (Il Direttore mi consente?).

Soldino e nonna AbelardaSoldino e nonna Abelarda

il direttore @ acconsente

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit č realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessitą di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietą tra singoli e le comunitą, a tutte le attualitą... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicitą e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertą di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.