#323 - 4 febbraio 2023
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerà il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Fotografia

Gli schiavi dell'alluminio

una storia selezionata al TTA – www.traveltalesaward.com



Di

Pia Parolin

In Madagascar, la città di Ambatolampy è rinomata per i suoi produttori di alluminio.

Gli schiavi dell'alluminioGli schiavi dell'alluminio

I giovani si guadagnano da vivere fondendo vecchi pezzi di metallo.
Questo viene raccolto in tutto il paese e portato qui. Usano carbone per accendere fuochi e fondere il metallo, una volta smontati i blocchi motore o le barriere metalliche.

Gli schiavi dell'alluminio

Mettono le parti metalliche in vasi di terracotta e le fanno fondere.
Poi portano le pentole nelle case coperte dove versano il metallo liquido negli stampi di argilla, sabbia e legno che hanno preparato in precedenza.

Gli schiavi dell'alluminio

Non esistono precauzioni di sicurezza. Per tutto il giorno respirano polvere.
Gli uomini maneggiano l'alluminio liquido a mani nude.
A fine giornata, l'elettricità si spegne staccando il cavo nudo dal contatto.

Gli schiavi dell'alluminio

Al turista ingenuo i manufatti sono presentati come una romantica forma di lavoro vecchio stile.
Il turista si chiede se le loro espressioni quadrino con la loro aspettativa di vita?
È consapevole che le buste paga di questi giovani si riversano nelle tasche dei ricchi nella capitale o all'estero?

Gli schiavi dell'alluminioGli schiavi dell'alluminio

La schiavitù è stata abolita ufficialmente molti decenni fa, ma in pratica è ancora una verità quotidiana in molti paesi poveri.

Gli schiavi dell'alluminio

Con questa serie, voglio documentare la vita dei lavoratori che ho visitato due volte durante il mio soggiorno in Madagascar nell'agosto 2019.

Gli schiavi dell'alluminio

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.