#297 - 8 dicembre 2021
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerà il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Editoriale

La fuga

di Dante Fasciolo

Ieri, fu una cometa ad indicare
con la propria scia la direzione per trovare il luogo
Reali e pastori s’incamminarono
e l’umile stalla li accolse
e illuminò loro nuovi destini.
Oggi, è ancora il cielo
a guidare uomini in cammino
da oriente ad occidente verso una possibile meta.
Ieri, una famiglia in fuga
inseguita da odio e da feroce vendetta
di un potere egemone e crudele
Dio-padrone di un popolo
Oggi, interi popoli in fuga inseguiti
dallo stesso odio, dalla stessa vendetta
di un potere politico e sociale
che ha reso l’uomo
vittima indifesa di fame, violenza e disperazione.
Nulla sembra mutare giorno dopo giorno,
e duemila anni di storia da quella luce
speranza di un nuovo destino per l’uomo
non ha scalfito le coscienze
se ancora si scontrano con odio e violenza,
se ancora negano diritti irrinunciabili,
se ancora respingono con la forza
di un potere giuridico nato dalle esclusioni
gli uomini della stessa stirpe
che invocano solidarietà e giustizia,
se ancora lubrificano ponti levatoi
e costruiscono nuove prigioni in fil di ferro spinato,
se ancora vantano lagher sul filo dei confini.
Riaccendere la luce della speranza,
illuminare la mente dell’uomo,
un solo fiammifero di legno,
per riscaldare i cuori intorpiditi.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.