#288 - 19 giugno 2021
AAAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo numero rimarrà  in rete fino alla mezzanotte del giorno di venerdi 31 maggio quando lascerà  il posto al numero 352 - BUONA LETTURA A TUTTI - Ora ecco per voi alcune massime: "Nessun impero, anche se sembra eterno, può durare all'infinito" (Jacques Attali) "I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchè" (Mark Twain) "L'istruzione è l'arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo" (Nelson Mandela) "Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare" (Socrate) «La salute non è un bene di consumo, ma un diritto universale: uniamo gli sforzi perchè i servizi sanitari siano accessibili a tutti». Papa Francesco «Il grado di civiltà  di una nazione non si misura solo sulla forza militare od economica, bensì nella capacità  di assistere, accogliere, curare i più deboli, i sofferenti, i malati. Per questo il modo in cui i medici e il personale sanitario curano i bisognosi misura la grandezza della civiltà  di una nazione e di un popolo». Alberto degli Entusiasti "Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità , vengano a impregnarlo dei loro colori" (Fabrizio Caramagna)
Editoriale

Otre il senso di giustizia e di solidarietà,
si nascondono tra le forze della Pace, occulte forze che depistano i problemi

Abbattere

di Dante Fasciolo

L’esecrabile omicidio di George Floyd
ha riacceso, non solo in America, la battaglia
dei Movimenti dei Diritti degli Afroamericani:
“Basta colonizzatori, schiavisti e assassini”
si legge sui loro manifesti e sui blog,
e a farne le spese c’è anche Cristoforo Colombo.

La prima statua ad essere abbattuta, a Bristol,
è stata quella di Edward Colston, uno schiavista,
e subito cadono quelle dell’esploratore italiano,
in Virginia e nel Minnesota.
“Colombo rappresenta il genocidio”
hanno sentenziato, scritto e urlato.

Credo che la maggior parte dei cittadini
del mondo occidentale nutrino un sentimento
che nulla ha a che vedere con le forme
di razzismo e schiavismo presenti ancora
in larghe parti del nostro pianeta,
e che nessuno neghi l’infame presenza.

Tuttavia fare battaglia usando la scorciatoia
che rinnega la contestualità dei fatti della storia
e dei comportamenti degli uomini
che li hanno determinati,
credo appartenga all’infantilismo
delle rivendicazioni storiche, sociali ed umane.

Tutti gli uomini moralmente liberi
dovrebbero intraprendere una vera lotta
per abbattere colonizzatori, schiavisti e assassini,
oggi presenti ed operativi, responsabili
di guerre, distruzioni, fame, miseria…
fabbricatori di odio verso il prossimo.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.