#287 - 5 giugno 2021
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerà il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Editoriale

Amleto

di Dante Fasciolo

C’è del marcio in Danimarca?
Se lo chiede la guardia del Re Marcello,
durante la scena quarta del primo atto
del celebre Amleto di Sharkespeare,
con riferimento agli intrighi, tradimenti ed inganni
e alle brame di potere in voga nel regno.
Si può ancora oggi chiedersi:
“C’è del marcio in Danimarca?”
Si, si può, e a ben ragione,
dopo aver letto con orrore la proposta
di realizzare campi di concentramento
per la delocalizzazione dei migranti
in Ruanda, Egitto ed Eritrea.
La nobile e democratica e generosa Danimarca
è disposta per queste realizzazioni
a versare contributi… incassando il plauso,
tra il disprezzo totale della Comunità Europea,
di qualche nostrano scalcagnato
della periferia politica
desideroso di cambiare le proprie scarpe logore
con sandali proposti come nuovi.
Ecco il denaro, ne abbiamo in abbondanza,
sufficiente per reticolati e filo spinato:
Moderni “trenta denari” per coprire le vergogne
di una latente riaffiorante inciviltà…
Solo 761 persone fuggite dalla miseria
sono presenti in Danimarca, un decimo della quota
di accoglienza spettante… è così, e così sarà ancora,
l’incapacità di capire il tempo che muta…
in attesa di una vicina nemesi storica.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.