#242 - 15 giugno 2019
AAAATTENZIONE - CARA AMICI LETTORI, DA QUESTO NUMERO IL GIORNALE DIVENTA MENSILE. LE NUOVE USCITE SARAN- NO AL PRIMO GIORNO DI OGNI MESE. iL NUOVO NUMERO 353 SARA' IN RETE IL GIORNO 1° lUGLIO. BUONA LETTURA A TUTTI. Ora per voi : AMICI DEGLI ANIMALI - Vivisezione: Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni (A. Einstein) - Grandezza morale e progresso di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali (Gandhi) - La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa avere (C. Darwin) - Fintanto che l'uomo continuerà  a massacrare gli animali non conoscerà  ne salute, ne pace (Pitagora) - Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele. E' l'unico ad infliggere dolore per il piacere di farlo (M Twain) - A forza di sterminare animali si è capito che anche sopprimere uomini non richiedeva grande sforzo ( E.da Rotterdam) . -
Humour (non sempre) per riflettere

Marte

di Giuseppe Sanchioni

Finalmente la NASA ha annunciato che dalla fine di maggio e fino alla fine di settembre di quest’anno è possibile prenotarsi per andare su Marte. La partenza è prevista per luglio 2020 e l’arrivo intorno a febbraio 2021, scioperi permettendo.
Sembrerebbe una battuta dovuta all’improvviso caldo estivo ed invece analizzandola bene c’è di più.

Marte

Intanto è prevista l’iscrizione automatica ad una specie di punti fedeltà tipo Millemiglia e, considerando che la distanza media Terra – Marte è di circa 225 milioni di chilometri che convertiti fa circa 140 milioni di miglia, se le trasferiamo su Alitalia dovremmo viaggiare gratis per secoli, anche se nel frattempo ci sarebbe un nuovo fallimento della compagnia. Chissà, magari si potrebbero convertire in punti per gli sconti di Panorama.

Ci sono però alcune difficoltà da considerare seriamente in vista della partenza.
L’articolo non dice nulla riguardo ad un eventuale visto per Marte, forse non necessario perché si rimane nello stesso sistema solare o anche perché non si sa dove chiederlo. Anche se il rischio è che lo chiedano a pagamento subito prima di atterrare. Invece sicuramente si dovrà chiedere il visto per gli Stati Uniti, che sono sullo stesso pianeta Terra ma c’è lo scalo in Florida, quindi pensiamoci in tempo.

Non sono riuscito a saperne di più sul tempo atteso in febbraio nel cratere di Jezero, cioè nel punto di ammartaggio, per cui sarebbe bene prevedere un abbigliamento vario con capi caldi di lana per la sera ma anche capi freschi di cotone per il giorno. Scarpe leggere e comode perché ci sarà da camminare e dalle ultime fotografie del pianeta le strade non mi sembrano agevoli. Certo per chi come me abituato a camminare per Roma non sarà un problema.

Se volete telefonare ricordatevi di fare la tariffa a minuti illimitati verso tutti perché occorrono circa 20 minuti prima che le onde radio coprano la distanza e quindi anche solo avvisare dell’arrivo potrebbe scaricare la SIM prepagata con la tariffa a tempo.

Però, pensate che bella vacanza! Forse un po’ costosa, ma neanche tanto rispetto a Fregene di domenica d’agosto con il parcheggio, l’entrata, l’ombrellone, il lettino ed il ristorante. Così lontana, milioni di chilometri, ma in termini di tempo è lo stesso che tornare da Ostia la domenica sera d’estate.
E soprattutto senza il campionato di calcio e la sua VAR, i vincoli di bilancio e il 3 percento, la Commissione Europea e i suoi avvertimenti, i minibot e le loro polemiche, la nostra eterna campagna elettorale, i talk show dei parolai, le corna del grande fratello e le prove idiote dell’isola dei famosi. Il massimo del relax.
Chissà poi quanti vorrebbero rimanere lassù, terrestri in fuga!

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.