#163 - 25 luglio 2016
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarr in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascer il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finch ti morde un lupo, pazienza; quel che secca quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Ambiente

Un impegno concreto di informazione e formazione

San Gabriele dell'Addolorata - (Teramo)

Salvaguardia del territorio

Di Loredana Cruciani

Movimento Azzurro ha partecipato al convegno, organizzato unitamente alla Regione Abruzzo, presso la Sala polifunzionale del Santuario di San Gabriele dell’Addolorata all’Isola del Gran Sasso d’Italia (TE), dal titolo: “Abruzzo in sicurezza: dalle criticità emergenziali alle misure di prevenzione e manutenzione dei rischi territoriali”.

In Abruzzo si è voluto parlare di dissesto idrogeologico, delle criticità emergenziali, delle azioni di protezione civile e delle misure di prevenzione e manutenzione dei rischi territoriali. Una tematica, sicuramente, di grande valore istituzionale e di estremo interesse per il nostro paese, un territorio straordinario le cui bellezze naturali ed architettoniche, la variegata ricchezza di biodiversità e una millenaria tradizione culturale e storica ne garantiscono l’unicità ed autenticità ma, allo stesso tempo, un territorio molto fragile, delicato, vulnerabile, sottoposto nel corso degli anni a incuria umana, maltrattamenti, trascuratezza e soggetto, da sempre, ai grandi rischi naturali. Un contesto in cui sono sempre più evidenti anche gli effetti dei recenti repentini cambiamenti climatici che comportano ulteriori disagi e, spesso, conseguenze disastrose.

Salvaguardia del territorio

Un momento quindi di formazione ed informazione, necessario e dovuto per l’Abruzzo, tra le Regioni più gravemente colpite dal dissesto idrogeologico, alla presenza delle principali autorità istituzioni, a livello sia regionale e sia nazionale, competenti in materia, tra i quali, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, l’ing. Fabrizio Curcio, il Direttore della struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche, il dott. Mauro Grassi, il Sottosegretario regionale, il dott. Mario Mazzocca, con delega alla Protezione Civile ed il Presidente della Regione Abruzzo, il dott. Luciano D'Alfonso che ha concluso i lavori.
Si attendevano anche il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, il dott. Gian Luca Galletti ed il Sottosegretario di Stato dello stesso Ministero, l’on.le Barbara Degani, assenti per improrogabili motivi istituzionali. Gli stessi hanno comunque voluto manifestare la propria presenza mediante comunicati stampa e delegando la dott.ssa Loredana Cruciani.
All'evento hanno partecipato anche il Presidente del Parco nazionale del Gran Sasso, l’avv. Tommaso Navarra, il consigliere regionale, capogruppo PD, il dott. Sandro Mariani, oltre ad una vasta platea di Sindaci, consiglieri regionali, consiglieri comunali, assessori, imprenditori e rappresentanti dei vari ordini degli ingegneri, architetti e geologi.

Salvaguardia del territorioSalvaguardia del territorio

Di notevole valenza istituzionale e di rilevante interesse sono stati tutti gli interventi dei relatori che nel corso del convegno hanno rappresentato le varie iniziative volte alla tutela ed alla difesa dell'ambiente, alla prevenzione dei disastri naturali, alla gestione sostenibile delle risorse naturali ed alla tutela della salute, proposte che possono attuarsi mediante adeguati piani di azione settoriali tesi a ridurre al minimo i rischi derivanti dai repentini cambiamenti climatici, a proteggere la salute, il benessere e i beni della popolazione, a preservare il patrimonio paesaggistico-naturale ed a trarre vantaggio dalle eventuali opportunità che si potranno presentare con le nuove condizioni climatiche.

Le istituzioni hanno pertanto il dovere di garantire risorse adeguate e misure efficienti dal punto di vista delle procedure, di porre la propria attenzione sulla necessità assoluta di maggiori investimenti in termini di prevenzione, attraverso cui affermare una nuova cultura dell’impiego del suolo che metta al primo posto la sicurezza della popolazione e ponga fine da un lato a usi speculativi e abusivi del territorio, dall’altro al suo completo abbandono.
Un problema quindi che deve essere sinergicamente affrontato nella sua interezza e complessità da tutte le forze politiche ed istituzionali attraverso ogni utile concreta iniziativa e idonea misura per lo sviluppo sostenibile del territorio e per il benessere della collettività.

Salvaguardia del territorio

Un particolare e sentito ringraziamento personale, quale consigliere nazionale di Movimento Azzurro e Presidente dell’Ecosezione Roma Regione, va al consigliere della Regione Abruzzo, Sandro Mariani ed al suo più stretto collaboratore, Vincenzo D’Ercole, promettente giovane talento abruzzese, per la disponibilità e l’impegno profuso nell’organizzazione dell’evento; al Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso a tutti i relatori, ai partecipanti…grazie Abruzzo!

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessit di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidariet tra singoli e le comunit, a tutte le attualit... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicit e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libert di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.