#161 - 4 luglio 2016
AAA ATTENZIONE - Questo numero rimarrà in rete fino alla mezzanotte del 19 aprile, quando lascerà il posto al numero 350. Ora MOTTI per TUTTI : - Finchè ti morde un lupo, pazienza; quel che secca è quando ti morde una pecora ( J.Joyce) - Lo sport è l'unica cosa intelligente che possano fare gli imbecilli (M.Maccari) - L'amore ti fa fare cose pazze, io per esempio mi sono sposato (B.Sorrel) - Anche i giorni peggiori hanno il loro lato positivo: finiscono! (J.Mc Henry) - Un uomo intelligente a volte è costretto a ubriacarsi per passare il tempo tra gli idioti (E.Hemingway) - Il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e pubblica il falso (M. Twain) -
Editoriale

Geografie

di Dante Fasciolo

Vecchie e nuove geografie
si profilano nell’imminente orizzonte.
Nel nostro piccolo nazionale
assetti comunali nuovi affiancano i vecchi,
la geografia sposta equilibri ed attese
e il canovaccio politico di sempre rinnova le sue trame.
Ci sono grandi fervore e fermenti
ad alimentare il gioco degli innamoramenti,
e noi italiani siamo specialisti:
prima abbiamo applaudito ai secessionisti,
marcia indietro; il cuore batte per chi promette ricchezza;
macchè, le une e le altre non funzionano,
occorre un giovane e audace spadaccino del cambiamento…
ma dura poco, e poco appare quel che fa in poco tempo…
nuove stelle all’orizzonte gonfiano propositi
e gli innamorati di ogni stagione
cullano ancora una volta i loro sogni maldestri.

In questi giorni il Bel Paese è in lutto,
e non è la prima volta…ma tutto passa in fretta.
I fomentatori di odio continueranno la loro sterile battaglia,
gli ingegneri del pallottoliere costruiranno coalizioni,
i seminatori di sventura cambieranno le loro maschere…
gli opportunisti di ogni risma, nell’ombra, rideranno
di questo folle popolo di facili innamoramenti…

Nuove geografie? , si!, e drammatiche,
dall’ Est all’Ovest, dal Nord al Sud
di questo mondo che si sta spogliando ogni giorno
dei sentimenti, dei principi, del senso della vita in comune
e si perde dietro i giochi del sottomuro…
mentre confini artificiali tracciati dal denaro
non reggono all’urto della violenza che il denaro stesso alimenta.

Occorre rivedere le geografie della vita terrena? Si!
A cominciare dalla geografia della nostra rattoppata coscienza.

AAAA ATTENZIONE - Cari lettori, questo giornale no-profit è realizzato da un gruppo di amici che volontariamente sentono la necessità di rendere noti i fatti, gli avvenimenti, le circostanze, i luoghi... riferiti alla natura e all'ambiente, alle arti, agli animali, alla solidarietà tra singoli e le comunità, a tutte le attualità... in specie quelle trascurate, sottovalutate o ignorate dalla grande stampa. Il giornale non contiene pubblicità e non riceve finanziamenti; nessuno dei collaboratori percepisce compensi per le prestazioni frutto di volontariato. Le opinioni espressi negli articoli appartengono ai singoli autori, dei quali si rispetta la libertà di giudizio (e di pensiero) lasciandoli responsabili dei loro scritti. Le foto utilizzate sono in parte tratte da FB o Internet ritenute libere; se portatrici di diritti saranno rimosse immediatamente su richiesta dell'autore.